Bonus bebe 2015: via libera dal Consiglio dei Ministri. Ecco come richiederlo

Il Consiglio dei Ministri ha dato il via libera al decreto attuativo del bonus bebè 2015. Il bonus è destinato ai nuovi nati e adottati a partire dal 1 gennaio 2015 al 31 dicembre 2017. L’importo del bonus bimbo INPS è di 80 euro se il reddito è inferiore ai 25.000 euro e 160 euro se il reddito non è superiore a 7.000 euro
bonus bebe 2015

Finalmente una buona notizia per le famiglie italiane che hanno messo al mondo (o hanno adottato) un bambino nel 2015. Il Consiglio dei Ministri ha dato il via libera al Bonus Bebè. A tutte le neo mamme dal 1° gennaio 2015 spetta per ciascun figlio nato a partire da tale data un assegno di 960,00 euro che verrà erogato dall'INPS previa richiesta e quindi previa presentazione della domanda su apposito modulo INPS da parte della mamma.

Possono presentare domanda bonus bebè INPS le mamme che hanno partorito o partoriranno uno o più bimbi dal primo gennaio 2015 al 31 dicembre 2017 o che adotteranno un bimbo in questo arco di tempo. Il pagamento del bonus sarà mantenuto tale finché rimarranno invariati i requisiti di accesso al beneficio fiscale, e comunque non oltre il terzo anno di vita del bambino.

Dove si presenta la domanda del bonus bebè 2015?

Per richiedere il bonus bebe le neo mamme devono presentare la richiesta all'INPS per via telematica oppure recandosi presso Caf e Patronati, intermediari abilitati che provvederanno a compilare il modello di domanda e trasmetterlo online all'Istituto.

Chi ha diritto al bonus Inps?

La domanda bonus bebè 2015 può essere presentata dalle neo mamme o mamme adottive che siano cittadine Italiane o di uno Stato membro dell'Unione Europee o Extracomunitarie munite di regolare permesso di soggiorno.

Quali requisiti bisogna rispettare?

Il bonus spetta solo ed esclusivamente a quelle famiglie il cui indicatore della situazione economica equivalente (ISEE) non sia superiore ad euro 25 mila annui. Inoltre, se l'Isee raggiunge al massimo i 7 mila euro, allora il bonus bebè sarà riconosciuto al doppio, ovvero 1.920 euro l'anno.

 

  • Visite: 1336

Cinque trucchi per prevenire la carie

Che sia Natale, Pasqua o Ferragosto, ogni scusa è buona per mangiare piatti succulenti e dolci favolosi. Ma facciamo attenzione alla salute dei nostri denti.

sorriso

La nostra alimentazione è un fattore determinante per la formazione della carie e se non si effettua una corretta igiene orale quotidiana sarà più facile che i denti subiscano la sua contaminazione. I bambini sono soggetti più a rischio, ma anche gli adulti ne possono soffrire.

Ecco qualche trucco per proteggere i nostri denti dalla carie:

1. Non importa a che ora mangiate. È fondamentale lavarsi i denti dopo ogni pasto. Aspettate però almeno mezz’ora. Una recente ricerca ha dimostrato che strofinare l'arcata dentaria appena dopo i pasti potrebbe di fatto demineralizzare lo strato superficiale dei denti. Le sostanze contenute nei cibi acidi attaccano lo smalto dentale che, se spazzolato immediatamente dopo, subisce la loro azione in profondità.

2. Bere tanta acqua aiuta a prevenire le carie. Se potete, scegliete quella che contiene sufficienti quantità di fluoro.

3. Tra un dolce fatto in casa e uno confezionato, scegliete il primo tutta la vita e non solo perché è più buono. Preferite inoltre gomme senza zucchero con xilitolo e dolci che rimangono attaccati ai denti a lungo.

4. Lavare i denti due volte al giorno con il filo interdentale per rimuovere lo sporco dagli spazi interdentali e sotto il margine gengivale. Non dimenticate di farlo prima di andare a letto.

5. Seguire una dieta bilanciata che limiti l'assunzione di cibi ricchi di zucchero e amido, soprattutto fuori dai pasti.

Inutile dire che è necessario andare dal dentista con regolarità per evitare salassi futuri. La prevenzione infatti può bloccare la formazione di carie ed evitare che queste peggiorino creando ulteriori problemi.

Potete sempre approfittare della promozione di Smileclin che offre una visita dentale gratuita nei suoi centri specializzati. Per prenotare una visita gratuita con Smileclin clicca qui

  • Visite: 1163

A Milano abbonamento ATM gratis per precari e disoccupati

Il 2015 si apre con una buna notizia per tutti i precari, i disoccupati e i cassaintegrati del capoluogo lombardo. Anche per quest’anno sarà possibile richiedere l’abbonamento dei mezzi pubblici ATM gratis.

atm milano vivalowcost

Non è la prima volta che l’azienda dei trasporti pubblici di Milano offre tale servizio ai suoi clienti. È già da qualche anno che a Milano è possibile richiedere l’abbonamento gratis per tutti coloro che ne fanno richiesta.

I requisiti da rispettare sono i seguenti:

- dimostrare di essere disoccupati, con certificato di disponibilità al lavoro rilasciato dal centro dell’impiego
- essere precari (massimo 35 anni) con contratto a tempo determinato, a progetto, di inserimento o apprendistato
- usufruire di borse di studio di livello universitario, con reddito ISEE inferiore a 20 mila euro
- avere la residenza a Milano

L’iniziativa è a numero chiuso e poiché i fondi disponibili sono pochini (215mila euro) stanziati vi consigliamo di fare in fretta per rientrare tra i fortunati che potranno viaggiare gratis a Milano.

  • Visite: 1394

Con Smileclin visite dentali gratuite anticrisi

La crisi tiene alla larga gli italiani dai dentisti. Ma se la prevenzione viene a mancare, chi ci rimette è la salute dei cittadini

smileclin

Non lo diciamo ora, non lo diciamo solo noi. Se le famiglie fanno fatica ad arrivare a fine mese, si cerca di tagliare le spese che, si crede, non sono necessarie. Tra queste spiccano le cure dentali perchè riconosciute dalla maggior parte degli italiani inutili (perché un problema può presentarsi dopo anni) e soprattutto poco economiche e quindi dannose per il portafogli.

Fioccano fortunatamente le attività di prevenzione della bocca e dei denti. Per esempio
dal 13 al 15 novembre il Collegio Italiano dei Primari di Odontoiatria e Chirurgia Maxillo-Facciale con il patrocinio del ministero della Salute sarà appunto possibile sottoporsi ad una visita gratuita.
Scopo dell’iniziativa però è anche e soprattutto informare i cittadini sulle buone regole da adottare per la salute del cavo orale, non solo nel lavaggio dei denti ma anche a livello alimentare e dello stile di vita. L’orario delle visite è dalle 8 alle 20, fate riferimento al sito www.lasaluteinbocca.it per trovare le strutture (purtroppo non tantissime) che aderiscono all’iniziativa.

Se in quei giorni non potete partecipare a tale iniziativa, rivolgetevi a Smileclin, il franchising di dentisti low cost che ha diverse sedi in tutta italia  
La prima visita, comprensiva di diagnosi e panoramica digitale è totalmente gratuita. Clicca qui per prenotare http://www.smileclin.com/prenota-una-visita.html

 

  • Visite: 1605

Bonus bebè: facciamo chiarezza sul provvedimento

Proprio nel periodo storico in cui il numero delle nascite tende a calare drasticamente il governo italiano decide di elargire un finanziamento monetario a tutte le famiglie che metteranno alla luce un bambino dal 1 gennaio 2015.

bonus-bebè

Qualche giorno fa è stata infatti approvata la legge di stabilità che stabilisce, tra le tante cose,anche un bonus a favore delle famiglie che dal primo gennaio 2015 avranno dei bambini. Il bonus bebè è un bonus monetario, un aiuto a chi mette al mondo un figlio e che porterà 80 euro al mese per i primi tre anni di vita del nuovo nato.

Il bonus bebé verrà elargito a chi ha un reddito inferiore ai 90 mila euro lordi l’anno, sommando le buste paga dei due genitori e verrà versato mensilmente alle famiglie che lo richiederanno.

Per usufruire del bonus sarà necessario presentare domanda all’Inps.

Secondo la bozza inoltre il bonus sarà esteso anche ai bambini adottati, ma a questo punto non è chiaro se questa norma è davvero contenuta nella manovrai. L'effetto del bonus sarebbe inoltre 'sterilizzato' ai fini irpef. Nessun aumento quindi del reddito complessivo.

  • Visite: 1677