Dopo l'auto gli italiani assicurano l'abitazione e mettono al riparo la salute

La propensione alla spesa per sottoscrivere prodotti assicurativi cresce con l'aumento del reddito percepito

Dai dati più recenti emerge che i prodotti assicurativi in Italia, insieme ai prodotti previdenziali, sono cresciuti nell'arco del 2015 di una cifra pari a 27 miliardi. In fatto di percentuali i fondi pensionistici e le polizze assicurative hanno subito un incremento  interessante passando dal 17,8% al 19,9%.

diritto-alle-assicurazioni.jpg

Gli italiani vedono la figura dell'assicuratore come una sorta di "consigliere di fiducia", come dichiara il 27% dei giovani nella fascia che va dai 18 ai 24 anni, dimostrando di credere nei prodotti assicurativi.

In linea generale, dai dati dell'ultima ricerca dell'Osservatorio UnipolSai, emerge che  quasi un italiano su due, ovvero il 42% consulta un professionista per le decisioni importanti, figure  fra cui spicca anche quella degli assicuratori. Un confronto che avviene nel 36% dei casi per l’acquisto di una polizza auto, nel 32% prima di comperare beni e servizi a protezione delle mura domestiche, nel 28% dei casi se si tratta di sottoscrivere polizze per servizi e per proteggersi dagli infortuni.

Se al primo posto gli italiani mettono la sottoscrizione della polizza auto, per tutelarsi dal classico incidente, nel nostro Paese si è sempre più alla ricerca di tutele, soprattutto perchè è cresciuta la consapevolezza di quanto i rischi possano incidere sulla vita quotidiana. I nostri connazionali dopo l'auto pensano ad assicurare l'abitazione e la salute, mettendosi al riparo da spese mediche, che può essere necessario affrontare di punto in bianco.

Più che la connotazione geografica a diversificare le scelte degli italiani in merito all'acquisto di una polizza è l'appartenenza ad un ceto economico. La propensione alla spesa per sottoscrivere prodotti assicurativi cresce con l'aumento del reddito percepito.

Fra le fasce di reddito più elevato sale la tendenza a sottoscrivere polizze multi rischio, per tutelare l'abitazione o per garantirsi il classico paracadute in caso di infortuni.

Osservando le fasce medio basse la tendenza è quella relativa all'acquisto di assicurazioni a protezione del mutuo.

Sorprende l'aumento dei clienti, fra le fasce più giovani, che prestano particolare attenzione alla sottoscrizione di polizze malattia.

Il mercato assicurativo sta cambiando, accelerando il passo verso la digitalizzazione e gli italiani sembrano apprezzare la rivoluzione tecnologica.

Le strategie di risparmio degli italiani passano sempre più spesso attraverso le pagine web anche nel settore assicurativo.

Dati alla mano, come rivela uno studio realizzato da  Assinext e reso noto da Nextplora, 9 italiani su 10 conoscono, apprezzano e soprattutto utilizzano, le assicurazioni on line. L'indagine mette in luce che il mercato sta subendo uno spostamento significativo verso il servizio on line, che gradualmente andrà a sostituire le proposte tradizionali.

La rete viene sfruttata per confrontare polizze auto e moto, al pari delle assicurazioni viaggi e del ramo vita.

Si dimostrano di grande utilità i comparatori on line e i motori di ricerca, che consentono agli utenti di risparmiare senza rinunciare alla qualità e alla funzionalità dei servizi. In pratica quindi 9 italiani su 10 apprezzano i comparatori e il 60% li utilizza per risparmiare.

Fra i comparatori di polizze un'interessante proposta è quella offerta da MIOAssicuratore () comparatore di ultima generazione, grazie al quale è possibile confrontare, scegliere e soprattutto gestire il prodotto assicurativo direttamente on line, in uno spazio unico.