Menu
krikka Reggae: in viaggio fra ritmi travolgenti e attualità

krikka Reggae: in viaggio fra ritmi…

"IN VIAGGIO" è il quarto ...

Pronti, partenza, via! Inizia la nona edizione della Notte Europea dei Ricercatori

Pronti, partenza, via! Inizia la no…

Trecento eventi in tutta ...

Quando fissare la prima visita odontoiatrica per il nostro bambino? Ecco i consigli di Smileclin

Quando fissare la prima visita odon…

Non è mai troppo presto p...

Il baratto come stile di vita "lowcost"

Il baratto come stile di vita …

Bè, forse ai giorni nostr...

Acquista stampe d'arte su tela, riproduzioni e poster

Acquista stampe d'arte su tela, rip…

A chi non piacerebbe ritr...

Affascinati da "Lo specchio" de L'Ame Noire.

Affascinati da "Lo specchio…

Ascoltare "Lo specchio" d...

EXIT FROM THE CAGE: un grande omaggio all'artista americano

EXIT FROM THE CAGE: un grande omagg…

"EXIT FROM THE CAGE" è il...

Milano: le grandi mostre di Palazzo Reale

Milano: le grandi mostre di Palazzo…

Il celebre Palazzo Reale ...

I paradisi marini delle Cinque Terre: a ognuno la sua spiaggia

I paradisi marini delle Cinque Terr…

Le Cinque Terre, una dell...

I musei imperdibili di Nizza

I musei imperdibili di Nizza

Certo se state setacciand...

Prev Next

Pronti, partenza, via! Inizia la nona edizione della Notte Europea dei Ricercatori

  • Scritto da vivalowcost
  • Categoria: Viaggi
  • Visite: 156

Trecento eventi in tutta europa. Il progetto è finanziato dalla Commissione Europea.

dreams

Il 26 settembre al via la Notte Europea dei Ricercatori il grande evento che da ormai nove anni porta la scienza ed i ricercatori tra i cittadini, i giovani, gli studenti. Un'iniziativa che ha riscosso un successo crescente, coinvolgendo decine di migliaia di persone sui grandi temi della ricerca e del futuro. L'Italia ha aderito all'iniziativa attraverso molteplici progetti che ne fanno tradizionalmente uno dei paesi europei con il maggior numero di eventi sul territorio. L'Italia, rappresentata dalle università e centri di ricerca di Torino, Genova, Bolzano, Perugia e Frascati, ha in serbo cinque “notti della ricerca” organizzando il numero maggiore di progetti in tutta Europa: oltre 300.

A Roma e Frascati sono centinaia gli eventi, tutti gratuiti, pensati per avvicinare il grande pubblico alla scienza e alla ricerca scientifica. Il tema di questa nona edizione è la Sostenibilità. I Ricercatori italiani, come cittadini e come scienziati sono chiamati a contribuire a costruire gli strumenti che potranno rendere il nostro futuro, più sostenibile e, quindi, più umano. Sono loro che con innovazioni e creatività, migliorano la vita di tutti noi.

Tra gli eventi da segnalare a Roma e Frascati:

Space Kitchen
Paolo Nespoli (astronauta) e Alessandro Circiello (chef) si confrontano in un aperitivo scientifico “spaziale”

RhOME for denCity è l’aperitivo scientifico dove verrà presentata la squadra italiana di Rhome for DenCity che si è aggiudicata il primo premio nella competizione Solar Decathlon Europe 2014. L’Italia è campione del mondo in Architettura Sostenibile.

Energie Sostenibili è l’aperitivo dove si parlerà di risparmio dell’energia, ottimizzazione dei costi e rispetto dell’ambiente. Un cambio di rotta è necessario se non si vuole fare la fine dei dinosauri, altro interessante appuntamento per tutti che cercherà di svelare cosa è davvero successo ai nostri antenati. Sostenibilità dunque, ma anche sviluppo di nuove tecnologie per la salute dell’uomo.

Le donne e la scienza, interventi di giovani donne precarie e ricercatrici illustri come Fabiola Gianotti, che al Cern di Ginevra ha coordinato il lavoro sulla rivoluzionaria scoperta del bosone di Higgs.

Cliccate qui per il programma completo degli eventi della Notte Europea dei Ricercatori organizzata a Roma e Frascati dall'associazine Frascati Scienza

Buon divertimento!

Milano: le grandi mostre di Palazzo Reale

  • Scritto da vivalowcost
  • Categoria: Viaggi
  • Visite: 236

Il celebre Palazzo Reale di Milano è uno dei centri fondamentali dell’intensa vita culturale del capoluogo lombardo. Infatti, il monumentale edificio che sorge in Piazza Duomo è una delle maggiori sedi espositive della città, e nei suoi spazi, periodicamente, vengono ospitate alcune delle mostre d’arte più interessanti di tutta la penisola. Tra i prossimi appuntamenti in programma, spiccano due mostre che permetteranno di ammirare da vicino i lavori di due dei più grandi artisti di sempre. Vediamole in breve.

evento-milano-palazzo-reale

Il primo è la più grande retrospettiva che sia mai stata organizzata, a livello nazionale, in tributo a Marc Chagall, il grande avanguardista di origini russe, dallo stile eclettico e marcatamente onirico. La mostra “Marc Chagall – Una retrospettiva: 1908 – 1985”, che aprirà i battenti il prossimo 17 settembre, si focalizzerà sull’essenza del multiculturalismo poetico dell’artista, che, attingendo al patrimonio artistico russo, ebraico e francese, è riuscito a creare una miscela unica nel suo genere. Le 220 opere del maestro – gentilmente concesse dai grandi centri museali del di New York, del Museo Nazionale Russo di San Pietroburgo e del Centro Georges Pompidou di Parigi – saranno esposte seguendo un percorso suddiviso in sei sezioni principali, così articolate: le prime opere realizzate in Russia; il primo soggiorno francese;  il successivo rientro in Russia; l’esilio in Francia; l’esilio in America; l’ultimo periodo francese in Costa Azzurra.

Il secondo e tanto atteso appuntamento è quello con Van Gogh, il grande artista olandese che dopo 6 decenni torna a illuminare Milano con le sue meravigliose opere, molte delle quali toccheranno il suolo italiano per la prima volta in assoluto. L’esposizione “Van Gogh: L'uomo, la terra, il lavoro”, che verrà inaugurata nella giornata del 18 ottobre, è stata organizzata in concomitanza con l’Expo 2015, di cui riprende le tematiche, focalizzandosi sull’aspetto più rurale e naturalistico della produzione artistica del pittore olandese. Ecco perché la selezione dei lavori di Van Gogh – che arrivano direttamente dal Kröller-Müller Museum di Otterlo, del di Amsterdam, nonché da alcune preziosissime collezioni private – completeranno il quadro culturale dell’Expo, offrendo diversi spunti di riflessione sul delicato rapporto tra l’uomo e la natura.

In entrambi i casi, si tratta di due occasioni più uniche che rare per tutti gli appassionati d’arte, che avranno la possibilità di immergersi nella produzione degli artisti con un’ottica particolare. Nel caso in cui decidiate di visitare entrambe le mostre, considerate la possibilità di trascorrere la notte in città prenotando un hotel a Milano: su un , non dovreste faticare a trovare una soluzione abbordabile, in modo da potervi sentire liberi di soffermarvi su ogni capolavoro, tutto il tempo che riterrete opportuno.

I paradisi marini delle Cinque Terre: a ognuno la sua spiaggia

  • Scritto da vivalowcost
  • Categoria: Viaggi
  • Visite: 1288

Le Cinque Terre, una delle mete turistiche più amate della Liguria, sono un piccolo scrigno di tesori naturalistici. Questo splendido tratto di costa occupa l’area più a sud della regione e si estende nella provincia di La Spezia, tra i rilievi di Punta di Montenero e Punta Mesco, comprendendo il territorio di 5 incantevoli borghi (anticamente chiamati “terre”): Riomaggiore, Manarola, Corniglia, Vernazza e Monterosso al Mare.

Cinque Terre

Dal primo all’ultimo, i borghi si sviluppano nei punti in cui il mare si fa spazio tra la costa, apparendo, così, come delle piccole oasi naturali, isolate l’una dall’altra. Infatti, spostandovi di zona in zona, ritroverete differenti caratteristiche geografiche, che regalano la possibilità di assaporare una vacanza al mare sempre diversa.

La spiaggia di Riomaggiore si adatta bene ai più intrepidi, dato che può essere raggiunta esclusivamente percorrendo un sentiero che si inerpica per una scogliera in forte pendenza. Inoltre, il litorale si caratterizza per la presenza di grossi sassi, che, uniti a un mare generalmente mosso, rendono il lido poco adatto alle famiglie con bambini. Tuttavia, si tratta di un luogo molto suggestivo, che non mancherà di affascinarvi, insieme alla vicina spiaggia del Canneto, un altro luogo complicato da raggiungere. Qui le meraviglie marine si accompagnano a una dolce cascata che, solcando sinuosamente la collina sovrastante, incornicia quella che è una delle spiagge più suggestive della riviera spezzina.

Di notevole impatto è anche la spiaggia di Vernazza, che ricopre uno spazio di piccole dimensioni e dalle atmosfere delicatamente fiabesche, rappresentando il luogo ideale per chi viaggia con la dolce metà. Vi si può accedere attraverso un passaggio scavato nella roccia, nei pressi della Chiesa di Santa Margherita, anch’esso decisamente denso di charme. Anche il lido di Manarola presenta una superficie ridotta, a causa dell’erosione del mare, il che le conferisce quell’intimità raccolta che non mancherà di fare la felicità dei più romantici.

Gli amanti dei luoghi più caratteristici non potranno non apprezzare le spiagge di Corniglia, specialmente quella di Guvano. Questa, infatti, è nota per essere stata la spiaggia degli hippie negli anni settanta e, ancora oggi, vi si ritrova un’atmosfera decisamente più “free” rispetto alle altre spiagge delle Cinque Terre. Infine, Monterosso al Mare, che è di certo la più famosa e la più turistica del litorale. Infatti, appoggiandosi ai servizi di ottima qualità offerti dai suoi stabilimenti balneari (), riesce ad accontentare ogni tipologia di turista, offrendo il massimo della sicurezza anche a chi viaggia con bambini al seguito.

Se volete partire alla volta delle meraviglie delle Cinque Terre, la cosa migliore è andare alla ricerca di una sistemazione nei pressi della località più adatta alle vostre esigenze. Per capire quali strutture si trovino nella zona di vostro interesse, potete appoggiarvi ai portali come Expedia (), ad esempio, che riportano la distanza dei vari alloggi in chilometri, agevolando la ricerca.

I musei imperdibili di Nizza

  • Scritto da vivalowcost
  • Categoria: Viaggi
  • Visite: 302

Certo se state setacciando i portali di viaggio alla ricerca di una sistemazione a Nizza (controllate per delle offerte low cost), difficilmente il vostro primo pensiero si rivolgerà ai musei. L’elegante capitale della Costa Azzurra è famosa per ben altro, tra turisti e vacanzieri di tutto il mondo.

nizza museo

Ma non è un buon motivo per ignorare ciò che la città ha da offrire sul versante culturale: allora, anche se il vostro piano comprende essenzialmente spiaggia, locali e movida, appuntatevi comunque i nomi dei musei di cui parleremo. Ne vale davvero la pena.

Il Museo Matisse – Sulla collina di Cimiez, che domina la città di Nizza, in una location privilegiata nei dintorni del monastero francescano, le rovine romane e l’Hotel Regina (dove proprio Matisse era solito alloggiare), si trova questo museo, inaugurato nel 1963. La collezione è il frutto di donazioni, fatte dall’artista stesso e dai suoi eredi alla città tanto amata dal pittore, che visse a Nizza dal 1918 al 1954. Notevole è anche l’edificio che ospita il museo: si tratta infatti di Villa des Arènes, una villa genovese risalente al XVII secolo. Al suo interno, si possono osservare oggetti personali dell’artista e sue opere, che coprono un lungo arco temporale, dalle prime creazioni di fine Ottocento, fino ai lavori realizzati da Matisse nell’ultimo periodo della sua vita. Il museo è aperto tutti i giorni tranne il martedì, dalle ore 10 del mattino sino alle 18. Sono disponibili visite guidate in diverse lingue, compreso l’italiano. Per maggiori informazioni, consultare il del museo.

Il Museo Nazionale Chagall – Proprio a Nizza si trova la più grande collezione pubblica di opere di Chagall, ospitata in questo museo, che fu appositamente costruito per realizzare un desiderio dell’artista: vedere riunite in un unico luogo le tele da lui create su temi dell’Antico Testamento. Il cuore centrale del museo è costituito appunto dalle 17 tele del “Messaggio Biblico”, a cui si aggiunge il resto della collezione, per un totale di quattrocento opere tra dipinti, disegni, pitture a tempera e opere realizzate a pastello. Per quanto riguarda la visita, le audioguide sono disponibili anche in italiano e la prima domenica del mese l’ingresso è gratuito. Anche questo museo, come il precedente, si trova nel quartiere Cimiez e apre tutti i giorni della settimana eccetto il martedì, dalle 10 alle 18.

Ma quelle citate sono solamente due delle tappe imperdibili che testimoniano lo speciale legame della città con artisti di diverse epoche. Ad esempio, notevole è anche la collezione del Museo di Arte Moderna e Contemporanea (MAMAC), un viaggio nella storia delle avanguardie che hanno segnato il mondo dell’arte in Europa e negli Stati Uniti a partire dagli anni Sessanta. Un elenco completo dei musei di Nizza si può consultare sul (anche in italiano). 

Le 5 cose da vedere a Carloforte viaggiando low cost

  • Scritto da vivalowcost
  • Categoria: Viaggi
  • Visite: 346

Con l'estate in pieno vigore arriva il tempo di pianificare le vacanze, privilegiando le mete low cost tra le quali la Sardegna rappresenta una delle scelte preferite, grazie ai voli e agli scali a basso prezzo che permettono all'isola di sfatare il mito di essere un posto caro per trascorrere le vacanze. Infatti ci sono tantissime zone nelle quali si possono trovare anche alloggi a basso prezzo, una di queste è Carloforte nell'isola di San Pietro, in grado di offrire diversi luoghi di interesse tra i quali vanno citati questi cinque:

Carloforte

Foto 1carloforte

Unico centro abitato dell'isola. Dal porto, punto di attracco, ci si trova nella piazza centrale, dal quale partono piccole stradette che portano alle case colorate in stile marinaresco. Spostandosi verso la zona periferica si raggiungono le saline, dove è possibile ammirare una nutrita colonia di fenicotteri e dove nelle prossimità è situato il museo del mare.

Le spiagge

Foto 2carloforte

Tra le tante spiagge presenti nell'isola si nota la spiaggia di Girin, con un arenile misto di sabbia fine, ghiaia e conchiglie e il mare azzurro, con la vista all'orizzonte della costa di Calasetta. Il fondale molto basso rende la costa ideale per far giocare i bambini in acqua. La spiaggia è dotata di ampio parcheggio, con la presenza di un punto di ristoro. Nell'area sono praticate attività come pesca subacquea, snorkeling e surf. Un'altra spiaggia caratteristica è la Spiaggia Guidi, con sabbia bianca e finissima e rocce scure che si riversano nell'acqua limpida, colorata dalla presenza della poseidonia.

Le Colonne

Foto 3carloforte

Nel sud dell'isola si possono ammirare le due colonne di pietra vulcanica che si sollevano dal mare. Le colonne, esempio di faraglioni, si possono raggiungere via mare con delle piccole imbarcazioni in assenza di vento o ammirare da breve distanza dalla terraferma, in un'area dove la natura offre anche un habitat per il Falco della Regina, per il quale è stata istituita un'oasi della LIPU.

La Conca

Un altro punto di interesse è l'insenatura de La Conca, raggiungibile a piedi, che rappresenta una sorta di piscina naturale tra alte mura in roccia. Da questo punto è possibile avere una suggestiva panoramica del mare che circonda l'isola con la presenza di scogli a variare la colorazione dell'acqua. L'area è incontaminata e, con la presenza del maestrale, è un luogo ideale per trovare relax in acqua tra il riparo delle rocce.

Capo Rosso e Capo Sandalo

Foto 4carloforte

Un'altra meta suggestiva nell'isola è il complesso minerario in cui si trova la scogliera di Capo Rosso, dove i detriti provenienti dalla miniera hanno lasciato un caratteristico colore rosso. L'area è privilegiata per tuffarsi dagli scogli nel mare cristallino, mentre poco distante si può ammirare il promontorio di Capo Sandalo col caratteristico Faro sulla costa a strapiombo, in una zona dove il mare si allontana dalla portata dei visitatori, per le difficoltà nel poter accedervi.

Carloforte e l'isola di San Pietro, quindi, si propongono come meta estiva per una vacanza low-cost in Sardegna, con le attrattive del centro abitato e le bellezze naturali dell'isolotto, pronto ad accogliere chi decide di esplorarlo.

Si ringrazia per la gentile concessione delle foto.