Menu
Intervista telefonica con JOVINE

Intervista telefonica con JOVINE

Reduce dalla partecipazio...

Visita a Milano: un break nelle piscine più popolari della città

Visita a Milano: un break nelle pis…

Sfidando il caldo feroc...

Ferragosto in quota, con il tradizionale concerto nelle Alpi cuneesi

Ferragosto in quota, con il tradizi…

Non so a voi, ma a me &...

Vi racconto la mia musica: intervista telefonica con VALENTINA LUPI

Vi racconto la mia musica: intervis…

VALENTINA LUPI ci ha conc...

Intervista con Margherita Pirri

Intervista con Margherita Pirri

Abbiamo intervistato MARG...

[live report] DIZ FESTIVAL : buona la prima

[live report] DIZ FESTIVAL : buona …

Il 3 luglio, giornata di ...

Il senso dell'uguale: la musica secondo Andrea Di Giustino

Il senso dell'uguale: la musica sec…

Musicista, autore, insegn...

Master universitari online: risparmio e flessibilità

Master universitari online: risparm…

Dopo aver ottenuto la lau...

Intervista video con Alessandro Sagresti

Intervista video con Alessandro Sag…

Abbiamo contattato Alessa...

Prev Next

Visita a Milano: un break nelle piscine più popolari della città

  • Scritto da vivalowcost
  • Categoria: Viaggi
  • Visite: 51

1431100 ferragosooo

Sfidando il caldo feroce che affligge la città in questi giorni, Milano ha inaugurato la stagione dei saldi estivi lo scorso 4 luglio. Nonostante le temperature sahariane l’abbiano inizialmente ridotto, l’afflusso di turisti in città pare non arrestarsi, complice anche l’evento Expo. Ad invogliare i visitatori sono anche le offerte sui voli per Milano promosse da portali come Expedia (), che, a discapito della stagione poco clemente, non mancano di proporre la città tra le mete per i soggiorni last minute. Tuttavia, se nel vostro caso i nebulizzatori e le fontanelle predisposte dal comune non fossero sufficienti per sopportare l’afa, ecco qualche informazione sulle piscine in città: provate a fare un tuffo, nelle ore più calde della giornata!

Nell’area di Milano Nord, troverete l’Impianto Balneare Scarioni, che si trova ubicato in via Valfurva 9, raggiungibile con gli autobus 42, 83, 86 o il tram 5. Al suo interno, sono presenti due grandi vasche scoperte, una piscina per principianti con isolotto di salvataggio al centro, una vasca per i tuffi e un solarium attrezzato con servizio di noleggio lettini e ombrelloni. Nella parte opposta della città, Milano Sud mette a vostra disposizione la Piscina Sant’abbondio, al civico 12 dell’omonima via. Il centro occupa una superficie di 1500 metri quadrati e include una vasca esterna, una vasca indoor, una palestra e un solarium di circa 300 metri quadrati. Potete raggiungerlo con le linee 3 e 5 del tram oppure con gli autobus 79 e 230.

Spostandosi a Milano est, il consiglio non può che ricadere sul Centro Sportivo Saini, ovvero uno degli impianti sportivi più attrezzati del capoluogo lombardo. Ubicato nella splendida cornice del Parco Forlanini, dove si può giungere con la linea 38 del bus, la struttura abbraccia un'area di 160 mila metri quadrati: qui, oltre a una vasca esterna di dimensioni notevoli, troverete diverse aree verdi e un ampio solarium. La gamma di attività offerte in questo caso è davvero molto varia, e include sport come nuoto, calcio, tennis, rugby, baseball, subacquea, acquafitness e hydrobike. A Milano Ovest, invece, si può accedere alla Piscina Cardellino, nel quartiere di Lorenteggio, che può essere raggiunta con i bus 49, 50, 58, 64, 78. In questo caso, avrete la possibilità di sfruttare una vasca esterna (50 m) e una vasca interna più piccola, dove vengono organizzati corsi di acquafitness.

Dulcis in fundo, nella zona di Milano centro, potete concedervi un break al Centro sportivo Giovanni da Procida, ubicato al civico 20 dell’omonima via, dove è possibile arrivare con le linee autobus 37, 43, 57, 78, 528, Z301. Il palazzetto racchiude diversi campi sportivi, una piscina coperta, una palestra polivalente attrezzata, una sala fitness e un gettonatissimo solarium estivo di 700 metri quadrati.

Ferragosto in quota, con il tradizionale concerto nelle Alpi cuneesi

  • Scritto da vivalowcost
  • Categoria: Viaggi
  • Visite: 78

4797313614 e44d0d09e7 b

Non so a voi, ma a me “Flegetonte” ha già fatto venire una gran voglia di fuggire dalla città. Questa mania poi di dare nomi suggestivi a fenomeni metereologici mi ha sempre innervosito… Sono andata a cercare cos’è questo Flegetonte: Wikipedia dice “uno dei fiumi che scorrono nell’Ade, l’oltretomba nella mitologia greca (….) Il suo nome significa fiume di fuoco”. Insomma, direi che è ora di partire, o almeno cominciare a organizzare una fuga dalla città, sognando la frescura della montagna. Proprio lo scorso weekend sono stata in Valle Varaita, nei pressi di Pontechianale, e da quando sono tornata non posso fare altro che pensare alla prossima gita. E a questo proposito, c’è qualcosa che quest’estate voglio finalmente regalarmi – qualcosa che ogni anno mi riprometto di fare e poi non faccio mai – ovvero assistere al grande concerto di Ferragosto che ormai da più di trent’anni si organizza nelle valli del cuneese, ogni volta in una location diversa.

Alla sua XXXV edizione, il concerto di Ferragosto è ormai una consolidata tradizione, che permette di godere di bellissima musica non solo a chi si trova in montagna, ma anche a chi resta a casa propria, grazie alla diretta televisiva nazionale come sempre trasmessa dalla RAI. Migliaia di persone ogni anno raggiungono la meta prescelta per assistere al concerto dell’orchestra Bartolomeo Bruni, della città di Cuneo - un’orchestra intitolato al violinista e compositore vissuto tra il XVIII e il XIX secolo, e che fu fondata negli anni Cinquanta. Quest’anno l’appuntamento è nella borgata Paraloup di Rittana, a 1360 metri di quota. La scelta della location per l’edizione 2015 è particolarmente significativa, poiché si ricollega al 70 anniversario della Liberazione, caduto proprio quest’anno, proponendo un viaggio nei luoghi della memoria della Resistenza. Infatti, la borgata Paraloup fu sede della prima banda partigiana di Giustizia e Libertà – quella in cui militarono, fra i tanti, Duccio Galimberti e Nuto Revelli. Oltre a questo, si tratta di un’occasione, come sempre, per valorizzare le bellissime valli del cuneese – in questo caso la Valle Stura, e in particolare una sua area poco conosciuta dai turisti.

Per quanto riguarda il comune di Rittana, questo sorge a circa un’ora e mezza di auto da Torino, comprendendo oltre quaranta borgata sparse sulle pendici di un vallone, dominato dall’Alpe di Rittana. Dubito che abbiate intenzione di prenotare un hotel a Torino per Ferragosto (siete pazzi??), quindi se cercate una sistemazione nella zona di Rittana potete provare con piattaforme come , o più facilmente, trattandosi di piccole località, cercando direttamente tra i rifugi sul sito della valle. Per maggiori informazioni sui dettagli dell’evento e le attrazioni della zona, tenete d’occhio il portale del turismo della provincia di Cuneo.

Vorrei continuare a offrirvi qualche spunto per le vostre gite in montagna, proprio seguendo gli spostamenti del concerto di Ferragosto nel corso degli anni. Nel 2014 era stata la Valle Maira, e più precisamente il comune di Elva, a ospitare l’evento. Proprio in cima ad una delle valli più affascinanti della regione, a quota 1637 metri, e piuttosto isolato rispetto alle vie di comunicazioni più importanti, Elva è come un mondo a parte. Anche qui, come in numerose altre località delle valli cuneesi, i residenti sono davvero pochi – un centinaio – e sparsi in varie borgate. Elva poi ha una storia davvero singolare: nei secoli passati, infatti, fu un rilevantissimo centro di lavorazione dei capelli, poi utilizzati per produrre parrucche che venivano vendute a sovrani, nobili e cortigiani di tutta Europa. Questo territorio è anche famoso per aver ospitato il celebre pittore fiammingo Hans Clemer, che infatti è noto con il soprannome “Maestro d’Elva”.

Nel 2013, invece, il concerto si tenne al cospetto del Monviso, il “Re di Pietra”, e precisamente a Crissolo, piccolissimo comune della Valle Po, sempre in provincia di Cuneo. È proprio nel territorio di questo comune che si trova la vetta del Monviso (condivisa con i comuni di Oncino e Pontechianale) e per questo la località è da decenni punto di riferimento per gli alpinisti che desiderano sfidare la grande montagna. Arcinota è proprio la località dove si tenne il concerto, ovvero Pian del Re, a 2020 metri di quota: qui infatti si trovano le sorgenti del Po, e proprio da qui ha inizio l’itinerario tradizionale di scalata del Monviso. Se volete continuare a ripercorrere le tappe dell’Orchestra Bruni nelle sue peregrinazioni ferragostane, le trovate qui

Megabus sbarca in Italia: viaggi a partire da €1

  • Scritto da vivalowcost
  • Categoria: Viaggi
  • Visite: 859

È arrivata finalmente in Italia e promette di rivoluzionare il trasporto su gomma la compagna bus Megabus. L’azienda di trasporto inglese che è già attiva in gran parte d’Europa offrendo tariffe di trasporto eccezionali ha cominciato a coprire il territorio italiano collegando tra loro ben dodici città: Bologna, Firenze, Genova, La Spezia, Milano, Napoli, Padova, Pisa, Roma, Siena, Torino, Venezia e da Verona.

131708410 9e8dc6f7 c93e 472d 9bd8 8f67dcd7164f

E i prezzi sono incredibili: diverse ricerche hanno dato tutte gli stessi risultati: si viaggia a partire da 1 euro, a cui va però aggiunto il costo fisso di €0.50. Quindi un viaggio a/r in bus da Roma a Bologna verrà a costare €2.50.

Lanciato per la prima volta nel Regno Unito nel 2003, il servizio megabus.com offre tariffe a partire da soli £1/€1 (più 50 pence/50 cent. - costo di prenotazione) in tutto il Regno Unito e ora anche in Europa, in città come Parigi, Amiens, Amsterdam e Bruxelles. Con collegamenti tra più di 110 località, offre viaggi low cost di alta qualità a bordo di alcuni dei pullman più moderni del Paese, trasportando 5 milioni di passeggeri all'anno.

Non ci credete: guardate lo screenshot.

Schermata 2015 06 15 alle 16.57.42

Ogni bus è dotato di bagni funzionanti e wi-fi gratuito: un’ottima alternativa per far passare il tempo specialmente se il viaggio è lungo.

La promozione lancio è valida per corse fino al 13 settembre.

Affrettatevi!

Vacanza in montagna, Lavarone tra escursioni e itinerari

  • Scritto da vivalowcost
  • Categoria: Viaggi
  • Visite: 246

Un viaggio in Trentino Alto Adige è l’ideale in ogni stagione, se siete amanti della montagna. Un luogo da scoprire, che proponiamo in questa bellissima regione del nord Italia, è l’incantevole Lavarone.

lavarone

 

Poco distante da Trento, il capoluogo della magnifica regione, parte del Triveneto, assieme a Veneto e a Friuli Venezia Giulia, si trova questo piccolo comune di soli 1.100 abitanti, meta di chi apprezza una vacanza ricca di stimoli, tra paesaggi naturali, laghi, sentieri, montagne…da godere facendo passeggiate a piedi o in bici, oppure trekking.

Lavarone, nota località turistica estiva ed invernale, si trova tra gli altipiani di Folgaria e di Luserna, ed è costituito da piccole frazioni, la più attraente per la natura e i paesaggi che offre, è il villaggio dei Piccoli. Nel comune si trovano tante frazioni, tra cui Albertini, Azzolini, Bertoldi, Chiesa, Cappella, Gasperi, Gionghi, Lanzino, Lenzi, Longhi, Masetti, Magrè, Masi di Sotto, Nicolussi, Oseli, Piccoli, Rocchetti, Stengheli e Slaghenaufi.

Cosa fare a Lavarone?

Nella stagione invernale ci si può sbizzarrire con lo sci. Lavarone è una stazione di fama internazionale per lo sci di fondo con la competizione internazionale Millegrobbe, che si celebra ogni anno. Questo tipico sport di montagna si può praticare presso lo Ski Center, che vanta 25 km di piste e oltre 45 km per la pratica dello sci nordico. Presso le frazioni di Bertoldi e Malga Laghetto si trovano le piste (18 km) e gli impianti di risalita, parte del “Carosello dei Forti” e di Skirama Dolomiti. Per chi ama invece la mountain bike ed il trekking, il territorio offre anche tantissime attività e percorsi per poterli praticare, come quello dei “100 km dei Forti”, che segue le diverse fortificazioni belliche della Grande Guerra che si trovano sugli altipiani. Ma anche nella stagione estiva a Lavarone ci si diverte e rilassa, tra passeggiate ed escursioni. Nascosto dalla vegetazione dell’altopiano si trova il lago di Lavarone, icircondato da boschi e prati, dove si può pescare e fare il bagno.

Cosa vedere a Lavarone?

Se ci si trova a Lavarone, non ci si deve assolutamente dimenticare della sua storia. Un itinerario artistico e culturale prende il via dal Forte Belvedere Gschwent, detta “la Fortezza delle Emozioni”, Forte austro-ungarico della Prima Guerra Mondiale, sede del museo, aperto ai visitatori che ne potranno anche ammirare le installazioni multimediali. Il forte austro-ungarico, una importante testimonianza storica, fu costruito durante la Grande Guerra per sorvegliare il confine sopra la Val d’Astico. Le Sette Fortezze degli Altipiani sono testimonianze storico-culturali, si trovano in luoghi suggestivi tra Folgaria e Luserna. Una visita il Museo del miele vi porterà nel mondo delle api, in un percorso culturale e didattico molto interessante. Un’altra testimonianza storica del periodo della Guerra Fredda è la base Tuono (Passo Coe), la sezione lancio missili della ex Base NATO.

Il Museo dedicato alla cultura Cimbra ed alla storia ed alla fauna degli Altipiani si trova nel Centro Documentazione di Luserna. Per chi vuole visitare una tipica casa Cimbra, non può perdere la "Haus von Prükk"(Luserna). Affascintante castello del ‘700 - Maso Spilzi, che ospita un centro espositivo artistico-culturale della Magnifica Comunità di Folgaria. Scendendo da Folgaria verso Rovereto, si trova Castel Beseno, un altro gioiello pervenutoci dal passato, il più grande castello medievale Trentino che sovrasta la Valle dell’Adige, palcoscenico della battaglia del 1487 tra truppe Veneziane e Tirolesi. Per una visita di capolavori di arte moderna e contemporanea, potete visitare il Museo, la Città di Rovereto e Mart.

Dove dormire a Lavarone

 Una soluzione ideale per chi ama immergersi e respirare il clima tipico montano è il Grand Hotel Astoria () che si trova a soli 100 metri dal centro di Lavarone, nei pressi delle piste da sci, in una bellissima posizione panoramica, perché si affaccia sul Lago di Lavarone e “guarda” verso le Alpi. Nell’hotel si possono trovare un centro benessere ed una piscina interna, oltre a tanti spazi accoglienti, dalla hall, sala con tv e tavoli da gioco, sala biliardo, taverna, discoteca, sala riunioni, piano bar, terrazza con vista sul lago, palestra. L’Hotel offre anche possibilità di fare sport e parteicparea passeggiate. Durante i mesi invernali si può pattinare sul lago ghiacciato. Nella stagione estiva, i due lidi offrono spiagge attrezzate.

Dove mangiare

“Paese che vai cucina che trovi”! Suggeriamo tre ristoranti dove gustare appieno la cultura enogastronomica locale. Malga Millegrobbe, un ristorante che si trova in mezzo alla natura, ed è rinomato per il cibo buono e dei prezzi ottimali. Tana incantata, un ristorante che offre piatti tipici locali e dell’ottima birra Cimbra. Prezzi modici. Chalet Monte Cimone, un ristorante che si raggiunge attraverso i boschi a bordo di una motoslitta, e dove gustare una cena sfiziosa, a base di cibo cucinato sul momento, di ottima qualità.

È on line RiminiBeach il nuovo portale turistico della Riviera

  • Scritto da vivalowcost
  • Categoria: Viaggi
  • Visite: 343

Rimini è da sempre una delle mete turistiche più gettonate della costa Adriatica. Con le sue numerose attrazioni che vanno da locali notturni a bar e caffetterie, è anche una delle zone più riconosciute a livello di eventi e intrattenimento, rivolti sia a bambini che adulti.

riminibeach

La maggior parte dei turisti scelgono questa città soprattutto per beneficiare del vasto paesaggio marittimo, organizzato per soddisfare ogni esigenza dei suoi numerosi clienti estivi. Come fare quindi per rimanere aggiornati tutta l’estate (ma anche l’inverno) su quello che succede e sui prezzi più convenienti proposti ogni anno? Da quest’anno merita una particolare considerazione il nuovo portale turistico della Riviera Romagnola

Infatti, la nuova veste grafica e le nuove funzionalità, permettono all’utente di trovare con più facilità pacchetti e offerte, così come gli hotel dove soggiornare per le proprie vacanze al mare.

Da quest’anno infatti si ha la possibilità di filtrare “le qualità” dell’hotel da un menù laterale sinistro visibile alle pagine offerte (www.riminibeach.it/last-minute) e hotel (www.riminibeach.it/hotel-rimini) Ad esempio si po’ filtrare in base alla fascia di prezzo (fino a 40€; da 40 a 50 €..etc) oppure in base alla distanza dal mare.

Altri elementi sono i servizi, le recensioni e molto altro ancora. Queste nuove funzionalità permettono al cliente che sta navigando sul sito di riuscire a trovare quello che cerca più velocemente e facilmente. Interessante è anche l’opzione “Confronta Hotel” che permette di selezionare fino a 6 hotel preferiti e confrontarli per trovare la soluzione che più rispecchia le vostre esigenze, avendo su un’unica pagina tutte le strutture La nuova sezione “offerte last minute” è molto interessante perché permette di fare un calcolo reale del prezzo del soggiorno e prenotare direttamente la vacanza con carta di credito o paypal.

Questo e molto altro sul nuovo Riminibeach.it

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo