Menu
Week end a Verona: come organizzare un fine settimana lowcost

Week end a Verona: come organizzare…

Poter trascorrere un week...

Pasqua Low Cost a Barcellona

Pasqua Low Cost a Barcellona

Il detto dice "Natale con...

Il bruxismo: cosa è e come si cura

Il bruxismo: cosa è e come si cura

Maledetto stress moderno ...

I NOAIS debuttano con "Lanterne"

I NOAIS debuttano con "Lantern…

"Lanterne" è il pr...

intervista ai TEMPI DURI

intervista ai TEMPI DURI

Abbiamo contattato i TEMP...

Voli low cost Bologna Berlino: nuova rotta Ryanair dal 27 ottobre 2015

Voli low cost Bologna Berlino: nuov…

Un volo al giorno collegh...

Intervista telefonica con Paolo Cantu'

Intervista telefonica con Paolo Can…

Abbiamo intervistato tele...

In cerca di codici sconto? Provate il nuovo servizio di Cuponation

In cerca di codici sconto? Provate …

Sbarca finalmente anche i...

Arredo design per esterni: vivi con stile lo spazio outdoor, dalla primavera all'estate!

Arredo design per esterni: vivi con…

Il design per spazi ester...

Due giorni a Napoli: viaggio low cost all'insegna della bellezza partenopea

Due giorni a Napoli: viaggio low co…

"Vedi Napoli e poi muori"...

Prev Next

Week end a Verona: come organizzare un fine settimana lowcost

  • Scritto da vivalowcost
  • Categoria: Viaggi
  • Visite: 101

Poter trascorrere un weekend fuori città, lontani da casa, dal solito tragitto che conosciamo a memoria e che potremmo fare anche a occhi chiusi è un sogno che non è complicato far divenire realtà. Andiamo a Verona, con un budget “eco”-sostenibile (dove “eco” sta per ‘economicamente’).

piazza erbe

 

Verona è un piccolo gioiello veneto, noto in tutto il mondo, anche grazie a quel galantuomo e poeta di William Shakespeare! Bella da vedere, facile da girare, la città scaligera è ricca di tanti stili architettonici ed urbanistici che si sono succeduti di epoca in epoca, dalla romana alla medievale, dalla rinascimentale alla contemporanea, e che hanno lasciato le loro testimonianze. E oggi Verona è un chiaro esempio di eclettismo europeo da ammirare. Non viene a caso il riconoscimento da parte dell’UNESCO come patrimonio dell’umanità. Di motivi per visitare Verona ce ne sono almeno 100! Ma qui ne diamo giusto alcuni, gli essenziali: perché è romantica, ricca d’arte e cultura, perché offre eventi e festival di grande attrattiva. E se non basta, aggiungiamo che è una di quelle città italiane che - volendo - offre ai turisti reali opportunità lowcost. Già solo per il fatto di essere un museo a cielo aperto, come Roma, possiamo solo passeggiare e ammirare bellezze naturali (e non) senza spendere nulla. Ed infatti: il tour lowcost, ma denso di meraviglie, che vogliamo proporvi è tutto all’aperto tra piazze e vicoli, cortili e lungofiume. Sarà la stagione o forse la voglia di evadere, ma in questi due giorni a Verona si passeggia e si libera la mente. Partiamo allora dalla tipica Piazza Bra, così possiamo subito ammirare l’Arena, anfiteatro che ospita eventi musicali celebri in tutto il mondo, e da qui arriviamo in altre piccole e suggestive piazze che a Verona sono veri e propri gioielli. Piazza Bra è la più grande piazza di Verona ed oltre al teatro dell’Arena, ospita il palazzo della Gran Guardia ed il Palazzo Barbieri, sede comunale. Di fronte all’Arena potete immettervi lungo la passeggiata storica dei veronesi, puntellata di ristoranti e caffetterie celebri, Via Mazzini, dedicata agli amanti dello shopping veronese, ma a noi interessa solo per raggiungere Via Cappello, da dove attraversando un arco si può raggiungere la casa di Giulietta e stupirsi di fronte al famoso balcone…se non altro perché finalmente daremo un volto alle suggestioni letterarie del ‘Bardo’. Torndando indietro sulla Via Capello, dopo circa 50 mt. raggiungete Piazza delle Erbe, il vecchio centro di Verona e suggestiva piazza dove sorge la Torre dei Lamberti. La piazza era anticamente sede del mercato di erbe e verdure; oggi vi si trovano pittori, artisti di strada, banchetti di frutta e verdura e di souvenir. Da Piazza Erbe, oltrepassando un’arcata con in alto una costola di antico elefante preistorico, si arriva in Piazza dei Signori, dove potete recare omaggio alla statua di un altro “grande” della storia letteraria europea, Dante Alighieri. Anche questa piazza merita una sosta e qualche scatto! Da Piazza dei Signori scorriamo senza sosta fino a giungere al cortile del palazzo Comunale dove certamente rimarrete affascinati di fronte alla scala gotica della “Ragione”, in marmo rosso. Da vedere! E perché no, approfondite sulla Scala della Ragione sul potente Wikipedia, perché è “quel qualcosa” di particolare che resta nell’ombra pur meritando attenzione. Come merita attenzione, ma non sarà difficile notarlo, Castelvecchio, un imponente castello-fortezza che sorge proprio sul fiume Adige, e che potrete raggiungere percorrendo via Roma, altra strada piena di negozi, librerie, caffè e gelaterie. Se non altro per godervi anche il lungofiume che al tramonto è una vera delizia! Per chi ama i giardini, non c’è tappa senza il Giardino Giusti, uno dei più belli d’Italia, che si trova all’interno del palazzo Giusti. Inzialmente era stato progettato come un giardino all’italiana, ma nel tempo si configurò come giardino all’inglese. Naturalmente, vi sono tanti altri monumenti e palazzi storici da visitare a Verona, nominiamo in ordine sparso il Teatro Romano, il Duomo, la Tomba di Giulietta, poco distanti dal centro storico, ma che non abbiamo citato perché non basterebbero due giorni per visitare tutto e bene!

Dove mangiare a Verona?

Come in ogni luogo che si visita, anche a Verona vi sono tesori culinari da assaggiare assolutamente. Proponiamo due ristoranti selezionati per voi, con un occhio alle tasche! Da “Vecio Macello”, si mangia molto bene, cucina tradizionale, piatti di pesce e carne, ed il rapporto prezzo/qualità è sicuramente uno dei punti forti delle recensioni di chi ci è stato! Il ristorante si trova in Via Macello 8. Si trova a 5 minuti a piedi dall'Arena e dal parcheggio Cittadella, a ridosso delle rive del fiume Adige. “La Greppia” si trova proprio nel centro storico di Verona, in Vicolo Samaritana. La cucina è tipica e vi è un’ottima selezione di vini veneti.

Dove dormire a Verona?

Considerando il nostro proposito, restiamo nel low cost e pernottiamo in questo B&B, Abazia Verona, in Via San Paolo, 5, che propone prezzi di circa 25 euro a notte, per ospite (). Il B&B si trova proprio nel perimetro centrale della città.

Per cercare altri b&b o ostelli vi consigliamo la piattaforma HostelsClub (). Hostelsclub offre per alcune strutture a Verona, ma come anche altre città, sconti esclusivi per i possessori della Membership Card di HostelsClub. La membership card è stata creata per agevolare chi viaggia low-cost! Richiedetela!

Pasqua Low Cost a Barcellona

  • Scritto da vivalowcost
  • Categoria: Viaggi
  • Visite: 131

Il detto dice "Natale con i tuoi, Pasqua con chi vuoi!". Che idee avete per questa Pasqua 2015? Tra le destinazioni possibili, avete pensato a Barcellona

pasqua barcellona

La Settimana Santa è un'ottima occasione per visitare la capitala catalana, insieme agli amici o in coppia. Si tratta di una festività religiosa molto importante in Spagna ed anche se a Barcellona non è così celebrata come in altre città della penisola, se avete deciso di raggiungere la città in questa occasione, gli eventi e le attività da fare non mancheranno.

Le celebrazioni

Il giorno più importante della Semana Santa è la Domenica delle Palme: nelle vie del centro storico, principalmente nel Barrio Gotico, si svolge la processione chiamata "La Burreta" che rievoca l'entrata di Gesù a Gerusalemme in cui vengono distribuiti e consegnati i tipici ramoscelli d'ulivo. Questa è la processione più importante ma se ne svolgono anche altre come "Nuestra Señora de las Angustias" e "Nuestro Padre Jesús del Gran Poder", entrambe il Venerdì Santo.

Il baccalà, i dolci e la cioccolata

Il baccalà, già utilizzato molto tra i piatti tipici catalani, n questo periodo diventa uno dei piatti più cucinati in quanto, da tradizione cristiana, il Venerdì Santo non si mangia carne: lo si cucina in padella, fritto, con le patate, con i ceci etc..

Tra i dolci, la più conosciuta è la Mona di Pascua: una torta decorata con uova di cioccolato, piume e una o più figure di cioccolato. In origine questo torta era una semplice ciambella decorata con uova sode, oggi la si può quasi descrivere come una vera e propria opera d'arte. I pasticceri infatti realizzano Monas spettacolari, con figure di cioccolato di ogni tipo: personaggi dei fumetti, delle fiabe, calciatori, animali etc.. pestinos
Oltre alla Mona, in questo periodo potete assaggiare i Pestiños, bocconcini di pasta di zucchero e i Buñuelos de cuaresma, piccole palline di pasta fritta con zucchero in cima (le originali sono vuote, ma le trovate anche ripiene di crema o cioccolata).

 

 

Dove mangiare

Si sa, sotto le festività bisogna fare molta attenzione alla scelta del ristorante e la domanda più frequente è: "dove mangiare low cost a Barcellona?".
Di fatto, a Barcellona quasi tutti i ristoranti rimangono aperti per accogliere famiglie e turisti per il tipico pranzo di Pasqua e magari anche per Pasquetta. La maggior parte di essi propongono un menù fisso oltre alla carta tradizionale, attenzione però ai menù proposti ed soprattutto evitate i ristoranti nelle zone più turistiche.
Scegliete un ristorantino in una via nascosta del centro storico o spostatevi verso il quartiere modernista Eixample per gustarvi qualche piatto tipico a base di baccalà. E perché no, se avete la possibilità di assistere alla Messa all'interno della Sagrada Familia, rimanete in zona per il pranzo.

I Musei gratuiti e gli orari

Durante la Settimana Santa non tutti i negozi e i musei sono aperti, alcuni restano chiusi il Venerdì Santo, la domenica e il lunedì della Pasquetta. E' vero anche però che la prima domenica di ogni mese numerosi musei sono ad ingresso gratuito, come ad esempio il MNAC, il Museo Picasso, il Museu del Disseny. Il consiglio quindi è di verificare l'orario di apertura di ogni singola struttura.

Il Museo del Cioccolato, sempre molto frequentato, nei giorni della Semana Santa si riempie di persone e si forma una coda lungo la strada. L'esposizione è sempre la stessa di tutto l'anno, ma in questa occasione si svolgono corsi ed attività speciali. Uno degli aspetti più divertenti del museo è il biglietto d'ingresso: un "biglietto dorato", ossia una tavoletta di cioccolato, in perfetto stile Willy Wonka. Il Museo è aperto dal lunedì al sabato dalle 10:00 alle 19:00; la domenica dalle 10:00 alle 15:00.
Prezzo: maggiori di 7 anni €4,30; minori di 7 anni gratuito.

Consigli low cost

Ad aprile la temperatura a Barcellona sarà perfetta, no? Come trascorre il giorno di Pasqua o Pasquetta all'aria aperta risparmiando?
Ci sono le spiagge, il lungomare tra la Barceloneta e la Villa Olimpica: una bella passeggiata per godersi la spiaggia e per smaltire il pranzo di Pasqua.
E poi ci sono i parchi, come il Parco della Ciutadella, il Parco del Labirinto Horta (la domenica ed il mercoledì l'igresso è gratuito), il Parc Güell e il Parco del Monte Collserola.

Dove dormire

Se volete che la vostra Pasqua sia perfetta vi consigliamo di dare un’occhiata agli appartamenti di OK Apartment Barcelona (clicca qui per info), una validissima alternativa agli hotel: appartamenti accoglienti e moderni, vicini alle migliori attrazioni, con vista sulla città e sulle strade in cui si svolgeranno le principali processioni pasquali. Scegliete l'appartamento ideale per voi da questa lista!

 

Voli low cost Bologna Berlino: nuova rotta Ryanair dal 27 ottobre 2015

  • Scritto da vivalowcost
  • Categoria: Viaggi
  • Visite: 134

Un volo al giorno collegherà l'aereporto Marconi di Bologna con Berlino Schönefeld.

ryanair

Lo ha annunciato la nota compagnia di volo Low Cost, Ryanair.
A partire dal 27 ottobre 2015 sarà operativa la nuova linea aerea low cost tutti i giorni con un volo andata e ritorno. I biglietti per la nuova rotta sono già in vendita su www.ryanair.com a tariffe speciali che partono da 24.99 euro.

Nuove rotte voli low cost Ryanair
Annunciati anche altri nuovi voli diretti a Berlino dagli aeroporti di Bari, Palermo, Roma Ciampino e Treviso.
Si comincia il 26 ottobre da Palermo con due frequenze settimanali. Il 27 ottobre partiranno i voli giornalieri da Bergamo e Roma Ciampino (due volte al giorno Bergamo e Ciampino, una Bologna) e le tre frequenze settimanali da Treviso.

Infine, il 28 ottobre via al Bari-Berlino.

Andate sul sito di Ryanair e fate incetta di voli ;)

 

Due giorni a Napoli: viaggio low cost all'insegna della bellezza partenopea

  • Scritto da vivalowcost
  • Categoria: Viaggi
  • Visite: 217

"Vedi Napoli e poi muori" secondo un detto popolare.

Ecco, vogliamo vivere due giorni completamente immersi nei colori, nel brusio e nella frenesia di una delle città più belle del mondoVolo low cost, sistemazione in Hotel economico, posizione centrale, strategico per gli spostamenti. Un itinerario di pochi punti, l'essenziale per trarre il massimo beneficio dei viaggi brevi, ma rigeneranti per la mente e il cuore.

napoli low cost

Siamo pronti!
Assolutamente da vedere il Mercato di porta Nolana, sintesi perfetta del fermento di Napoli con i colori delle bancarelle e i profumi dei chioschi da cui assaggiare ogni prelibatezza: dal pesce fritto, alla pizza alle sfogliatelle, o qualsiasi altra pietanza da consumare al volo. In questo, i napoletani possono essere annoverati tra i campioni per la varietà  di "street food" in offerta!

Una passeggiata nel quartiere Spaccanapoli, che taglia perfettamente in due la città, regala già un assaggio succulento degli edifici storici, regali e sontuosi nei dettagli, e degli scorci più popolari. Un giro per Napoli sotterranea, una sorta di città parallela scavata nel tufo, è sembra già di essere in un altrove ricco di fascino e mistero.

Si prosegue poi per la celebre Cappella di San Severo e il Chiostro di Santa Chiara
Altri punti imperdibili sono le Catacombe di San Gennaro e da lì l'antica reggia borbonica che ospita il Museo di Capo di Monte. La sera è d'obbligo un giro tra i bar e i locali di piazza Bellini.

Un'altra giornata invece è da dedicare al quartiere Vomero per visitare il Castel Sant'Elmo, godere della vista mozzafiato e poi un giro sulla funicolare del Montesanto per continuare a godere del panorama. Altra tappa d'obbligo è il teatro San Carlo, palazzo Reale e Piazza Plebiscito.

Passeggiata d'obbligo sul lungomare  fino a Castel dell'Ovo ed ecco il meraviglioso Golfo di Napoli da cui si staglia  il Vesuvio, tra l'imponenza della natura e l'irriverenza della città ai suoi piedi. 

Consigli per mangiare la migliore pizza napoletana 
Segnaliamo due locali storici di Napoli per assaggiare la classica pizza napoletana e la variante fritta!

Pizzeria da MICHELE, via Cesare Sersale n. 1-3, (sempre pieno, file chilometriche e poi ti tocca dividere il tavolo con degli sconosciuti, Non è certo questo che può scoraggiare dei validi "viaggiatori low cost", anzi … potrebbe rivelarsi un vantaggio considerato che i napoletani sono "chiacchieroni" e amano vantarsi delle bellezze della propria città. Quindi taccuino in mano, prendere appunti e andare in avanscoperta!).

Pizzeria De Figliole, via Giudecca vecchia n. 39, un passaggio obbligato per assaggiare la pizza fritta (Chicchinese) o ripiena, tipo mezzo calzone (Piscitiello). 

Dove dormire a Napoli – HOTEL LOW COST

L’Hotel Le Orchidee, in Corso Umberto 7, è un albergo due stelle in cui una camera doppia costa intorno a 45/50 euro. Essenziale, pulito e molto ordinato. Situato nel centro storico, posizione strategica per muoversi a piedi o con i mezzi pubblici. ()

Extra in Roma: il festival della Roma periferica

  • Scritto da vivalowcost
  • Categoria: Viaggi
  • Visite: 193

Roma ha recentemente inaugurato un’interessante manifestazione che valorizza la bellezza dei suoi quartieri meno battuti. Si tratta di Extra in Roma, ovvero il progetto nato dalla fruttuosa collaborazione degli enti Roma Capitale, Assessorato alla Cultura e al Turismo e Zètema Progetto Cultura, con l’obiettivo di valorizzare le aree più periferiche della città.

extra roma

Sino al 31 marzo diversi quartieri – tra cui Portonaccio, San Basilio, Prenestino, Corviale, Primavalle, Tor Marancia, Laurentino 38 e Tor Sapienza - diverranno la culla di una vivace kermesse di eventi di vario genere, che spazieranno dagli spettacoli teatrali ai concerti, dalle rassegne di opera lirica ai laboratori per adulti e bambini, dai reading agli appuntamenti enogastronomici. Insomma, quale che sia il vostro interesse, non dovreste avere difficoltà nel trovare almeno un appuntamento di vostro gradimento, con cui andare alla scoperta della Roma meno conosciuta. Ad esempio, le famiglie avranno a disposizione un ricco ventaglio di eventi ad esse dedicati negli spazi di Via Mirri, nei giorni del 13, 15, 27 e 28 marzo. È qui infatti che si terrà il MOM Festival, ovvero una vivace manifestazione family friendly, con cui grandi e piccini potranno divertirsi insieme, partecipando a workshop, performance musicali e teatrali, pic nic, proiezioni e molto altro ancora. Gli spettacoli saranno suddivisi in quattro sezioni principali, ovvero “Pop”, “Il corpo che gioca”, “La Narrazione nei vari linguaggi e generi artistici” e “Cultura Metropolitana / Hip Hop, Graffiti, Rap, Street Art”.

Bimbi al seguito o meno, gli appassionati di arte contemporanea non dovrebbero invece perdersi l’appuntamento in via Levanna, dove si svolgerà Retina –  Roma Video Art Festival. Si tratta di un’iniziativa che fa leva sulle potenzialità dell’audiovisivo, riunendo le sfere più sperimentali dell’universo artistico contemporaneo. In particolare, il 12 e il 13 marzo si avrà la possibilità di assistere a vari tipi di performance dal vivo, contornate da uno spettacolo di luci, proiezioni e musica elettronica, che vi consentiranno di entrare in contatto con le produzioni locali più interessanti in quest’ambito.

Quelli menzionati sono solo due degli appuntamenti che vi attendono all’Extra in Roma. Andando a questo link potrete consultare la programmazione completa del festival e scoprire quali sono le location che fanno per voi. Chi arriva da fuori può poi cercare un hotel a Roma nel quartiere prescelto utilizzando un motore di ricerca come quello di Venere (), dove gli alloggi possono essere consultati in base alla loro posizione geografica, facilitando la ricerca a chi non ha dimestichezza con la città.