Con FlixBus viaggi in autobus a partire da €1

Con FlixBus è possibile prenotare migliaia di biglietti low cost per viaggiare in bus in tutta Europa . Il prezzo parte da €1

bus_flixbus-2.jpg

Qualche giorno dopo aver recensito la promozione Megabus che permette di prenotare gratis 50 mila biglietti ecco la risposta di FlixBus, un innovativo progetto di trasporti su gomma che collega decine di città in Italia e in tutta Europa che offre migliaia di corse a partire da un euro.

FlixBus conta 10.000 collegamenti ed offre un servizio dotato di tutti i comfort, per spostarsi a prezzi davvero competitivi.

Le città servite in Italia sono: Ancona, Bari, Bergamo, Bologna, Brescia, Brindisi, Ferrara, Firenze, Foggia, Genova, Grosseto, Lecce, Livorno, Lugano, Milano, Modena, Napoli, Novara, Padova, Pescara, Piacenza, Pisa, Reggio Emilia, Rimini, Roma, Torino, Trento, Trieste, Verona, Venezia.

Facendo una rapida ricerca, abbiamo trovato per esempio biglietti a un euro da Roma a Milano

Schermata_2015-12-06_alle_16.46.40.png

Ma ce ne sono anche altri, specialmente se fate delle ricerche a partire da gennaio 2016. Basta solo avere tanta pazienza. Date un’occhiata anche alle tratte internazionali perché troverete delle buone occasioni.

Il prezzo del biglietto comprende anche tre bagagli di cui uno zaino che è possibile portare con se e due bagagli di dimensioni massime 67 x 50 x 27 cm e di peso non superiore a 30 kg. Chi viaggia con FlixBus ha inoltre a disposizione WiFi gratuito, prese elettriche, toilette, il tutto in autobus moderni con sedili comodi e spaziosi.

  • Visite: 717

Super sconti Megabus: 50 mila biglietti gratis!

Su Megabus è possibile prenotare 50 mila biglietti per viaggiare gratis dal 12 gennaio al 12 febbraio 2016.

megabus

Vi abbiamo già parlato tempo fa di Megabus, l’azienda di trasporto su gomma che collega e offre itinerari in tutta Europa a partire da 1 euro.

Stavolta però Megabus ha deciso di andare oltre e di regalare 50 mila biglietti per raggiungere le oltre 150 destinazioni che collega in Europa: da Venezia a Roma, passando per Napoli, Milano, Lione, Parigi e Londra.

Per usufruire della promozione è sufficiente acquistare uno o più biglietti per partenze comprese tra il 12 gennaio e il 12 febbraio 2016.
In quel mese si potrà andare praticamente ovunque nel Vecchio Continente senza spendere nulla (giusto 50 centesimi di commissione): i biglietti sono disponibili per tutte le tratte della compagnia, incluse quindi le 13 italiane. E poiché i biglietti possono essere prenotati solo fino a 60 giorni prima della partenza, ogni giorno vengono aggiunti nuovi biglietti. Quindi, non dimenticarti di ricontrollare spesso sul sito web, ogni giorno ne inseriranno di nuovi.

Megabus è sbarcato in Italia da qualche mese e i feedback dei clienti sono più che positivi. Ogni bus è dotato di bagni funzionanti e wi-fi gratuito: un’ottima alternativa per far passare il tempo specialmente se il viaggio è lungo.

  • Visite: 627

Viaggio negli States: come richiedere l'autorizzazione ESTA

Se state preparando un viaggio negli Stati Uniti d'America, che si tratti di un viaggio d’affari o turistico, è obbligatorio compilare una domanda di autorizzazione ESTA.

stti uniti

Gli Stati Uniti d’America sono sempre stati il sogno, la meta da raggiungere per milioni di persone. Con i suoi circa 850 mila visitatori all’anno, l’Italia è uno dei principali Paesi da cui proviene circa il 90% dell'intero flusso turistico in entrata per gli USA piazzandosi subito dietro a UK, Germania e Francia ed immediatamente a ridosso di un Paese popoloso come l'India.

L’organizzazione di un viaggio verso gli Stati Uniti non è così immediata come spostarsi da uno stato all’altro dell’UE; ci sono dei moduli e delle regole da rispettare onde evitare di compromettere la partenza. Per esempio dal 12 gennaio 2009 per viaggiare negli Stati Uniti è obbligatorio compilare on-line il modulo ESTA per l’autorizzazione al viaggio elettronica. È il primo “passo” verso gli States. Infatti al termine della procedura il sistema vi dirà se siete autorizzati a imbarcarvi in un volo per gli Stati Uniti (anche se non darà l’assoluta certezza che sarete accettati nel territorio americano).

L'autorizzazione, che ha durata di due anni, o fino a scadenza del passaporto, va ottenuta prima di salire a bordo del mezzo di trasporto, aereo o navale, in rotta verso gli Stati Uniti accedendo, almeno 72 ore prima della partenza.

Ma cosa è l’ESTA?

La sigla ESTA è l’acronimo di “Electronic System for Travel Authorization” ovvero “Sistema Elettronico di Autorizzazione al Viaggio”. Si tratta di un’autorizzazione per viaggiare negli Stati Uniti attraverso una domanda effettuate online. L’autorizzazione ESTA è una formalità obbligatoria che sostituisce il visto abituale per qualunque soggiorno negli USA inferiore ai 90 giorni. Ma attenzione, è necessario procurarsi un’autorizzazione ESTA anche per un semplice transito sul suolo statunitense.

L’autorizzazione ESTA riguarda i cittadini provenienti da 37 paesi che aderiscono al programma tra cui l’Italia ma anche il Belgio, la Germania, il Regno Unito, la Francia o i Paesi Bassi.

Dove richiedere l’autorizzazione ESTA?

Sul sito modulo-esta.it è disponibile il . Troverete inoltre tutte le informazioni necessarie per riempirlo correttamente e disporrete della possibilità di modificare i dati forniti prima della convalida. L’autorizzazione, una volta ottenuta, sarà valida per i prossimi viaggi e per una durata di due anni a partire dalla data di rilascio.

Ma cosa mi chiederanno?

Le domande a cui rispondere sul modulo ESTA sono piuttosto semplici, anche se possono sembrare piuttosto bizzarre. Una dritta: La risposta alla domanda “Intende svolgere, o ha mai svolto, attività terroristiche, di spionaggio, di sabotaggio o genocidio?” può farvi accettare o non accettare la richiesta.

Per compilare il modulo ESTAè necessario avere il passaporto, di cui vi verrà chiesto numero, data di rilascio e di scadenza.

Buon viaggio!

  • Visite: 342

Visita a Milano: un break nelle piscine più popolari della città

1431100 ferragosooo

Sfidando il caldo feroce che affligge la città in questi giorni, Milano ha inaugurato la stagione dei saldi estivi lo scorso 4 luglio. Nonostante le temperature sahariane l’abbiano inizialmente ridotto, l’afflusso di turisti in città pare non arrestarsi, complice anche l’evento Expo. Ad invogliare i visitatori sono anche le offerte sui voli per Milano promosse da portali come Expedia (), che, a discapito della stagione poco clemente, non mancano di proporre la città tra le mete per i soggiorni last minute. Tuttavia, se nel vostro caso i nebulizzatori e le fontanelle predisposte dal comune non fossero sufficienti per sopportare l’afa, ecco qualche informazione sulle piscine in città: provate a fare un tuffo, nelle ore più calde della giornata!

Nell’area di Milano Nord, troverete l’Impianto Balneare Scarioni, che si trova ubicato in via Valfurva 9, raggiungibile con gli autobus 42, 83, 86 o il tram 5. Al suo interno, sono presenti due grandi vasche scoperte, una piscina per principianti con isolotto di salvataggio al centro, una vasca per i tuffi e un solarium attrezzato con servizio di noleggio lettini e ombrelloni. Nella parte opposta della città, Milano Sud mette a vostra disposizione la Piscina Sant’abbondio, al civico 12 dell’omonima via. Il centro occupa una superficie di 1500 metri quadrati e include una vasca esterna, una vasca indoor, una palestra e un solarium di circa 300 metri quadrati. Potete raggiungerlo con le linee 3 e 5 del tram oppure con gli autobus 79 e 230.

Spostandosi a Milano est, il consiglio non può che ricadere sul Centro Sportivo Saini, ovvero uno degli impianti sportivi più attrezzati del capoluogo lombardo. Ubicato nella splendida cornice del Parco Forlanini, dove si può giungere con la linea 38 del bus, la struttura abbraccia un'area di 160 mila metri quadrati: qui, oltre a una vasca esterna di dimensioni notevoli, troverete diverse aree verdi e un ampio solarium. La gamma di attività offerte in questo caso è davvero molto varia, e include sport come nuoto, calcio, tennis, rugby, baseball, subacquea, acquafitness e hydrobike. A Milano Ovest, invece, si può accedere alla Piscina Cardellino, nel quartiere di Lorenteggio, che può essere raggiunta con i bus 49, 50, 58, 64, 78. In questo caso, avrete la possibilità di sfruttare una vasca esterna (50 m) e una vasca interna più piccola, dove vengono organizzati corsi di acquafitness.

Dulcis in fundo, nella zona di Milano centro, potete concedervi un break al Centro sportivo Giovanni da Procida, ubicato al civico 20 dell’omonima via, dove è possibile arrivare con le linee autobus 37, 43, 57, 78, 528, Z301. Il palazzetto racchiude diversi campi sportivi, una piscina coperta, una palestra polivalente attrezzata, una sala fitness e un gettonatissimo solarium estivo di 700 metri quadrati.

  • Visite: 612

Ferragosto in quota, con il tradizionale concerto nelle Alpi cuneesi

4797313614 e44d0d09e7 b

Non so a voi, ma a me “Flegetonte” ha già fatto venire una gran voglia di fuggire dalla città. Questa mania poi di dare nomi suggestivi a fenomeni metereologici mi ha sempre innervosito… Sono andata a cercare cos’è questo Flegetonte: Wikipedia dice “uno dei fiumi che scorrono nell’Ade, l’oltretomba nella mitologia greca (….) Il suo nome significa fiume di fuoco”. Insomma, direi che è ora di partire, o almeno cominciare a organizzare una fuga dalla città, sognando la frescura della montagna. Proprio lo scorso weekend sono stata in Valle Varaita, nei pressi di Pontechianale, e da quando sono tornata non posso fare altro che pensare alla prossima gita. E a questo proposito, c’è qualcosa che quest’estate voglio finalmente regalarmi – qualcosa che ogni anno mi riprometto di fare e poi non faccio mai – ovvero assistere al grande concerto di Ferragosto che ormai da più di trent’anni si organizza nelle valli del cuneese, ogni volta in una location diversa.

Alla sua XXXV edizione, il concerto di Ferragosto è ormai una consolidata tradizione, che permette di godere di bellissima musica non solo a chi si trova in montagna, ma anche a chi resta a casa propria, grazie alla diretta televisiva nazionale come sempre trasmessa dalla RAI. Migliaia di persone ogni anno raggiungono la meta prescelta per assistere al concerto dell’orchestra Bartolomeo Bruni, della città di Cuneo - un’orchestra intitolato al violinista e compositore vissuto tra il XVIII e il XIX secolo, e che fu fondata negli anni Cinquanta. Quest’anno l’appuntamento è nella borgata Paraloup di Rittana, a 1360 metri di quota. La scelta della location per l’edizione 2015 è particolarmente significativa, poiché si ricollega al 70 anniversario della Liberazione, caduto proprio quest’anno, proponendo un viaggio nei luoghi della memoria della Resistenza. Infatti, la borgata Paraloup fu sede della prima banda partigiana di Giustizia e Libertà – quella in cui militarono, fra i tanti, Duccio Galimberti e Nuto Revelli. Oltre a questo, si tratta di un’occasione, come sempre, per valorizzare le bellissime valli del cuneese – in questo caso la Valle Stura, e in particolare una sua area poco conosciuta dai turisti.

Per quanto riguarda il comune di Rittana, questo sorge a circa un’ora e mezza di auto da Torino, comprendendo oltre quaranta borgata sparse sulle pendici di un vallone, dominato dall’Alpe di Rittana. Dubito che abbiate intenzione di prenotare un hotel a Torino per Ferragosto (siete pazzi??), quindi se cercate una sistemazione nella zona di Rittana potete provare con piattaforme come , o più facilmente, trattandosi di piccole località, cercando direttamente tra i rifugi sul sito della valle. Per maggiori informazioni sui dettagli dell’evento e le attrazioni della zona, tenete d’occhio il portale del turismo della provincia di Cuneo.

Vorrei continuare a offrirvi qualche spunto per le vostre gite in montagna, proprio seguendo gli spostamenti del concerto di Ferragosto nel corso degli anni. Nel 2014 era stata la Valle Maira, e più precisamente il comune di Elva, a ospitare l’evento. Proprio in cima ad una delle valli più affascinanti della regione, a quota 1637 metri, e piuttosto isolato rispetto alle vie di comunicazioni più importanti, Elva è come un mondo a parte. Anche qui, come in numerose altre località delle valli cuneesi, i residenti sono davvero pochi – un centinaio – e sparsi in varie borgate. Elva poi ha una storia davvero singolare: nei secoli passati, infatti, fu un rilevantissimo centro di lavorazione dei capelli, poi utilizzati per produrre parrucche che venivano vendute a sovrani, nobili e cortigiani di tutta Europa. Questo territorio è anche famoso per aver ospitato il celebre pittore fiammingo Hans Clemer, che infatti è noto con il soprannome “Maestro d’Elva”.

Nel 2013, invece, il concerto si tenne al cospetto del Monviso, il “Re di Pietra”, e precisamente a Crissolo, piccolissimo comune della Valle Po, sempre in provincia di Cuneo. È proprio nel territorio di questo comune che si trova la vetta del Monviso (condivisa con i comuni di Oncino e Pontechianale) e per questo la località è da decenni punto di riferimento per gli alpinisti che desiderano sfidare la grande montagna. Arcinota è proprio la località dove si tenne il concerto, ovvero Pian del Re, a 2020 metri di quota: qui infatti si trovano le sorgenti del Po, e proprio da qui ha inizio l’itinerario tradizionale di scalata del Monviso. Se volete continuare a ripercorrere le tappe dell’Orchestra Bruni nelle sue peregrinazioni ferragostane, le trovate qui

  • Visite: 432