Menu
EXIT FROM THE CAGE: un grande omaggio all'artista americano

EXIT FROM THE CAGE: un grande omagg…

"EXIT FROM THE CAGE" è il...

Milano: le grandi mostre di Palazzo Reale

Milano: le grandi mostre di Palazzo…

Il celebre Palazzo Reale ...

I paradisi marini delle Cinque Terre: a ognuno la sua spiaggia

I paradisi marini delle Cinque Terr…

Le Cinque Terre, una dell...

I musei imperdibili di Nizza

I musei imperdibili di Nizza

Certo se state setacciand...

Per risparmiare sulla bolletta dell’elettricità, attento alle lampadine

Per risparmiare sulla bolletta dell…

Molto spesso risparmiare ...

Vestiti e gioielli, la moda estiva è low cost

Vestiti e gioielli, la moda estiva …

Con la stagione estiva be...

Le 5 cose da vedere a Carloforte viaggiando low cost

Le 5 cose da vedere a Carloforte vi…

Con l'estate in pieno vig...

IDHEA e il suo nuovo NO CHAINS

IDHEA e il suo nuovo NO CHAINS

IDHEA è la voce di una ra...

Espressione, Condivisione, Occasione. torna Assud Festival 2014

Espressione, Condivisione, Occasion…

La manifestazione è giunt...

Prev Next

Al Generator Hostels di Barcellona posti letto a 1 euro

  • Categoria: Viaggi
  • Visite: 289

Vi segnaliamo una fantastica promozione messa in atto dal Generator Hostel di Barcellona che mette in vendita fino al 2015 8 posti letti al giorno al prezzo di €1

generator-barcelona-exterior

Dalle ore 13 di martedì 18 marzo 2013 alle ore 13 del giorno successivo, sarà possibile riservare posti letto a € 1, per soggiorni da effettuarsi nel periodo compreso tra il 18 marzo 2014 e il 18 marzo 2015.

Il 19 marzo alle 13 si ripresentarà la stessa promozione per soggiorni da effettuarsi nel periodo compreso tra il 19 marzo 2014 e il 19 marzo 2015.

E così via…


I posti letto a 1 euro sono contrassegnati dalla dicitura “Birthday Sale – €1 Dorm Bed!”

E chi riuscirà ad accaparrarsi i posti letto a € 1, parteciperà all’estrazione di un upgrade alla Suite Penthouse e il fortunato estratto potrà soggiornare in una suite all’attico con vista su Barcellona.

Solo i più veloci riusciranno ad accaparrarsi i posti letot a prezzi stracciati.

fonte Vologratis.org

Entra gratis alla mostra Musée d’Orsay a Roma

  • Categoria: Viaggi
  • Visite: 486

Il Gioco del Lotto” vi fa entrare gratis alla mostra “Musée d’Orsay. Capolavori” il 7 marzo, il 14 e il 21 marzo

 

ingresso-gratuito-mostra-capolavori-musée-dorsay-roma-300x208

Fino all’otto giugno 2014 a Roma sono in mostra settanta capolavori di artisti quali Van Gogh, Gaugain. La mostra è intitolata “Musée d’Orsay. Capolavori” e si tiene al Complesso del Vittoriano.

Il biglietto d’ingresso costa 12 euro ma è possibile visitare ma mostra gratuitamente entrando tutti i venerdì di marzo dalle ore 20 alle ore 22.

Tutto questo è possibile grazie a “Il Gioco del Lotto” che organizza “Le Serate dell’Arte” e sponsorizza diverse aperture gratuite. L’ultima in ordine di tempo è stata la mostra di Augusto.
.
Segnatevi quindi queste date: 7, 14 e 21 marzo dalle 20 alle 22.

Sorrento e costiera Amalfitana low cost: ecco la guida per una vacanza da sogno

  • Categoria: Viaggi
  • Visite: 488

Quando si pensa alla Penisola Sorrentina ed alla Costiera Amalfitana si immaginano subito scenari e panorami da sogno, ma anche a luoghi decisamente costosi da visitare, soprattutto in alta stagione.

costiera amalfitana

In realtà, se ci si informa bene e ci si muove in maniera mirata, ci si può godere questi luoghi da sogno, tanto amati dagli artisti di mezzo mondo, anche spendendo poco, senza però rinunciare a nulla del bello che hanno da offrire.

 

Spostarsi low-cost in Penisola Sorrentina

Una vacanza low-cost tra la Penisola Sorrentina e la Costiera Amalfitana è quindi possibile, ma vediamo come. Il primo suggerimento è: lasciate a casa l'auto. Oltre lo stress di dover percorrere le tortuose stradine della costa, piene di curve, bisogna aggiungere il traffico snervante che vi si trova in alta stagione, dove si rischia di rimanere imbottigliati per ore nel traffico, quando quelle ore sarebbe possibile utilizzarle molto meglio.

Se ciò non vi ha convinto, pensiamo che il salatissimo costo dei parcheggi possa farvi prendere la decisione definitiva.

Per arrivare a Sorrento, ad esempio, si può prendere l'autobus già dall'aeroporto di Napoli e rilassarsi fino all'arrivo nella centrale Piazza Tasso della Città delle Sirene.

Da Sorrento, ma anche dalle località limitrofe come Meta e Piano, avrete modo di raggiungere le zone più belle della Campania. In tal senso la circumvesuviana permette di arrivare a Pompei in una ventina di minuti ed a Napoli in circa un'ora.

Qualora si soggiorni nelle già citate località limitrofe, cinque minuti di “circum” vi porteranno al centro di Sorrento. Non dimenticate la possibilità di fare biglietti “giornalieri” e “week-end”, avrete un ottimo risparmio.

Per visitare la Costiera Amalfitana, invece, è possibile affidarsi agli autobus. Avrete posti come Positano, Ravello ed Amalfi a portata di mano, grazie soprattutto agli autobus SITA.

Dove mangiare low-cost: Sorrento ed Amalfi

 L'aspetto del cibo è senza dubbio uno dei più intriganti in tutta la Campania e luoghi come Ravello, Amalfi, Sorrento, Vico Equense o Positano non fanno affatto eccezione.

Se avete scelto di soggiornare in Penisola Sorrentina e avete voglia di una buona pizza, la scelta migliore è “L'università della pizza”, a Vico Equense. In molti conoscono il locale col nome di “Da Gigino”, ed è qui che è stata inventata la pizza a metro. La pizza è molto gustosa ed i costi contenuti.

Se invece si vuole rimanere a Sorrento, qui bisogna fare attenzione. Evitate con cura i posti espressamente “per turisti”, tendono ad avere prezzi molto alti. In città è molto consigliata la trattoria “Da Emilia” nel pittoresco borgo di Marina Grande o i ristoranti “La Tavernetta” e “Da Filippo”.

In Costiera Amalfitana, ed in particolare ad Amalfi, un buon rapporto qualità/prezzo lo si trova al ristorante “Lo Smeraldino”. Non è, però, l'unica soluzione in città; la “Taverna di Masaniello”, in Piazza dei Dogi, offre ottimi piatti a prezzi decisamente onesti.

A Positano e Ravello è forse più dura trovare posti low-cost dove mangiare, ma cercando bene qualcosa si riesce a scovare. Il ristorante “La Tagliata”, nella zona di Monte Pertuso, è una delle soluzioni più economiche a Positano (per gli standard della zona, ovviamente) e, di certo, il meraviglioso panorama che offre e la buona cucina sono un motivo in più per sceglierlo.

Dormire low-cost tra la Penisola Sorrentine la Costiera Amalfitana

Per ciò che riguarda il soggiorno in queste meravigliose località, una scelta oculata può portare a godersi una bella vacanza anche a chi non ha grossi budget. Escludendo sin da subito i costosi hotel di lusso ed i loro ambienti sin troppo formali, le opzioni migliori per risparmiare sono:

  1. Soggiornare a Sorrento, ma in una struttura alla mano, come può essere un Bed & Breakfast. Il nostro consiglio, in questo caso, è il “Giglio Bianco” (www.bbgigliobiancosorrento.it/it/), ideale per trovarsi al centro della città, in una struttura curata, alla mano e dai prezzi accessibili.
  2. Scegliere di immergersi nella natura, in questo caso il nostro consiglio è di optare per un agriturismo tra la Penisola Sorrentina e la Costiera Amalfitana. L'esempio migliore è l'agriturismo “Antico Casale” ( www.ilcasaleantico.com), situato in collina, regala fantastici panorami ed un clima idilliaco ed informale.

Lisbona low cost: scopri la capitale del Portogallo

  • Categoria: Viaggi
  • Visite: 340

Tra tutte le capitali europee, Lisbona è la meno nota nel panorama mondiale, ma è proprio per questo che il fascino che cela è immenso. Come tutte le grandi città di mare è allegra ma al tempo stesso malinconica, e in ognuno dei suoi vicoli ha una storia da raccontare. È quasi impossibile, ma proveremo a sintetizzare nelle prossime righe le cose più interessanti da vedere e fare a Lisbona.

101-Motivi-per-visitare-Lisbona

Partiamo dal quartiere della Baixa. È il tipico esempio della forza d’animo dei portoghesi perché, distrutta da un terremoto nel 1755, è stata poi ricostruita in maniera eccellente. Da un punto di vista architettonico presenta molti simboli del neoclassicismo, e ha nella Praca do Commercio, L’Elevador de Santa Justa e nella Praca do Rossio i suoi luoghi di maggior interesse.

Da non perdere assolutamente è il Bairro Alto. Questo quartiere nasce come feudo esclusivo delle persone benestanti, gli aristocratici con la puzza sotto al naso che evitavano come la peste i quartieri malfamati. Oggi invece mostra una doppia personalità: oltre ai suddetti ricconi ospita gli artisti e gli intellettuali della città. È comunque il quartiere adatto per i turisti più giovani, perché è ricco di locali dove sentire jazz, cimentarsi nei balli di gruppo o semplicemente per scambiare quattro chiacchiere.

Per spostarsi nella città, pur prevedendo come ogni metropoli i più efficienti mezzi pubblici, il consiglio è utilizzare i tram, perché sono una vera e propria istituzione della capitale lusitana. Questi tram salgono senza paura gli impervi vicoli della città, e sono pieni di ragazzini che per non pagare il biglietto viaggiano appesi alle maniglie esterne. Per quel che riguarda invece il cibo, il consiglio è rifugiarsi in una qualsiasi tascas, in altre parole caffetterie a tenuta familiare dove sono serviti i migliori piatti portoghesi a prezzi modici. Per cercare un appartamento dove alloggiare a Lisbona si può cercare sul web grazie a Friendly Rentals, Booking o Minube.

Arte, dinamismo e scorci nel quartiere di Williamsburg

  • Categoria: Viaggi
  • Visite: 516

Se state organizzando un viaggio a New York e avete intenzione di immergervi in un’atmosfera particolare, orientata in una direzione creativa e giovanile, Williamsburg potrebbe essere il quartiere più adatto a voi. Situato nella parte settentrionale di Brooklyn, tra Flushing Avenue, Bushwick e Kent Avenue, Williamsburg nasce come sobborgo industriale, che ha subito una trasformazione radicale a partire dagli anni ’70, quando diversi gruppi di artisti provenienti da tutto il mondo si trasferirono nei suoi palazzi, attratti dai prezzi molto più accessibili rispetto al resto della città. Oggi, il quartiere si presenta come un luogo vivace e dinamico, popolato da un numero sempre crescente di hipster e creativi, che convivono con comunità di diverse etnie.

williamsburg bridge head

Per il visitatore che vuole conoscere Williamsburg dall’interno, forse sarebbe meglio non dormire in hotel a New York e optare invece per soluzioni abitative alternative, disponibili nel quartiere. Se la cosa vi interessa, sappiate che molti proprietari offrono il loro alloggio su siti come questo, permettendo al turista non solo di vivere il quartiere as a local, ma anche di risparmiare qualcosa sui costi per la sistemazione. Ad ogni modo, ovunque decidiate di soggiornare, sappiate che Williamsburg è anche un quartiere che non ha smesso di evolversi. Dunque, se intendete andare alla scoperta del suo fascino peculiare, è meglio che organizziate la vostra vacanza a New York il prima possibile. Il fenomeno della gentrification ha preso piede anche qui, convertendo alcune zone del quartiere, come la North Williamsburg e il Greenpoint, in luoghi turisticamente più accoglienti, ma, caratteristicamente parlando, meno efficaci.

Al momento, le aree di Bushwick e Bedford Avenue sono riuscite a mantenere inalterato l’aspetto delle proprie strade, che restano uno dei luoghi più pittoreschi di tutta New York. In particolare la Bedford Avenue, il cuore di Williamsburg, ospita alcune delle gallerie d’arte più importanti del quartiere. Se volete evitare il rischio di non trovarle, tenetevi sempre aggiornati sulla loro effettiva posizione consultando questo link, dato che spesso si trasferiscono o cambiano nome. Per il resto, non dimenticate di fare un salto anche nei famosi locali (tra cui possiamo citare il Public Assembly, la Music Hall e la Knitting Factory) che hanno visto nascere band come gli Interpol e i Clap Your Hands Say Yeah.

Imperdibile poi l’attrazione più visitata del quartiere, in grado di attirare ogni tipo di pubblico, ovvero il Brooklyn Flea, l’immenso mercato vintage dove è possibile trovare veramente di tutto.

Infine, non bisogna dimenticare che un altro buon motivo per fermarsi a Williamsburg è che, così facendo, si ha Manhattan a due passi: il cuore della Grande Mela si può ammirare in tutto il suo splendore dal ponte che separa i due storici borough di New York.