Menu
KAMERA KUBICA : rock made in Vicenza

KAMERA KUBICA : rock made in Vicenz…

Lo scorso 10 aprile 2015 ...

Intervista video con Zibba

Intervista video con Zibba

Abbiamo intervistato Zi...

Usato per bambini: lo scambio vestiti con Armadio verde è “swapping online” divertente e antispreco

Usato per bambini: lo scambio vesti…

I bambini crescono velo...

Lago di Garda: una piccola guida per un week end da sogno

Lago di Garda: una piccola guida pe…

Il Lago di Garda con i su...

Con sconti.com risparmi on line con i codici sconto

Con sconti.com risparmi on line con…

Se sei alla ricerca di un...

Viaggio low cost a Siena: week end lungo tra arte e sapori toscani

Viaggio low cost a Siena: week end …

Siena, oltre che meravigl...

Intervista ai MAMAVEGAS

Intervista ai MAMAVEGAS

Abbiamo contattato i MAMA...

Prev Next

Viaggi: come e quando richiedere il rimborso totale o parziale in caso di rinuncia

Il turista ha diritto al rimborso totale o parziale del viaggio in caso di rinuncia o impossibilità di partire. Sono molti, però, i tour operator, le agenzie di viaggio e gli hotel che non rispettano questo diritto, anche nei casi in cui è prevista una copertura assicurativa.

Oltre a fornire informazioni su cancellazioni di voli e fallimenti di tour operator, in queste settimane, lo Sportello Turismo del Movimento Difesa del Cittadino (MDC) ha risposto a molti cittadini che volevano conoscere i loro diritti in caso di impossibilità di partire e di rinuncia al viaggio prenotato.

Questi si trovavano di fronte al rifiuto perentorio da parte dell'hotel o del tour operator di turno di restituire la caparra o la somma pagata già integralmente anche in presenza di polizza assicurativa. Gianni Ricciuti, responsabile del Dipartimento Turismo di MDC spiega cosa fare in questi casi: "Come prima cosa è sempre meglio sottoscrivere comunque una polizza assicurativa, che garantisca il risarcimento parziale o integrale in caso di rinuncia al viaggio o impossibilità di partire, soprattutto per viaggi di un certo costo. È bene, poi, leggere attentamente le condizioni contrattuali del viaggio, del pacchetto e della polizza assicurativa".

"Ogni contratto - continua Ricciuti - è a sé: si può, per esempio e per alcuni contratti, aver diritto al recupero integrale della somma se si rinuncia al viaggio almeno 20 giorni prima, al recupero parziale se si rinuncia 10 giorni prima e non aver diritto ad alcun rimborso successivamente. Infine, comprovare sempre, documenti alla mano (es. certificati medici, ecc.), i motivi per cui si è costretti a rinunciare al viaggio: è una carta importante da giocare soprattutto nel caso in cui la compagnia assicurativa (e succede spesso) non intenda rimborsare il turista anche se ne avrebbe diritto".

Lo Sportello Turismo di MDC offre consulenza ai consumatori alle prese con i disservizi e i problemi che si verificano in vacanza attraverso l'indirizzo e-mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo. .

Notizia tratta da Help Consumatori. http://www.helpconsumatori.it/