Io tra di Noi: il nuovo lavoro di Dente

io-tra-di-noi-denteIn tanti considerano Dente un emergente, uno che ha ancora tanto da imparare (premesso che non si finisce mai di imparare). Io non penso questo. Penso invece che Giuseppe Peveri (alias Dente) abbia attraversato un percorso evolutivo preciso e ricco di nuovi stimoli. La testimonianza di quanto ho appena detto è "Io tra di noi", l'ultimo disco del genio di Fidenza. Nel 2011 quest'uscita discografica la attendevano in tanti: i fans più accaniti e i più crudeli detrattori. Il banco di prova era abbastanza succulento. Riuscire a fare qualcosa di più intrigante del precedente "L'amore non è bello" era un'impresa ardua.

Ebbene Dente è riuscito, secondo me, a sbaragliare ogni dubbio con queste dodici canzoni. Lo stile è rimasto quello di sempre: melodie che alternano malinconia a sbalzi di "non tanta malinconia". Meritano una menzione a parte i testi: i continui giochi di parole, la potenza descrittiva efficace e chiara come un'istantanea, la simbiosi perfetta con l'atmosfera che percorre tutto il disco, la fuga da facili rime banali e la cura nella comunicatività.

Scegliere un brano tra i dodici del disco non è semplice perchè è veramente completo e pieno di spunti diversi tra loro. Quella a cui mi sono affezionato maggiormente è "Saldati", forse per il ritmo piacevole, il testo raffinato e realista, l'atmosfera che trasmette. "Due volte niente" che è la prima canzone dell'album, invece, è come un esperimento low-fi, si tratta di un brano struggente, chitarra e voce, con la tipica voce malinconica in perfetto stile Dente. "Cuore di pietra" è breve ma intensa. In 47 secondi c'è una piccola poesia, ma potente e piena di significati. "Giudizio universatile" e "La settimana enigmaticza" aumentano il ritmo dell'album con le loro dinamiche più "allegre". 

"Io tra di noi" segna il ritorno sulle scene di un grande artista italiano, maturo, consapevole di quello che scrive e di quello che canta ma soprattutto di un ragazzo che ha delle cose da dire e le racconta meravigliosamente.

Tracce
1 Due Volte Niente
2 Piccolo Destino Ridicolo
3 Saldati
4 Casa Tua
5 Cuore di Pietra
6 Giudizio Universatile
7 Da Varese a Quel Paese
8 Io Sì
9 Puntino sulla i
10 La Settimana Enigmatica
11 Pensiero Associativo
12 Rette Parallele