Menu
Vado a vivere in Australia: tra sogno e realtà cosa serve sapere prima dello sbarco nella terra dei canguri

Vado a vivere in Australia: tra sog…

Vado a vivere in Australi...

PARLA PIU FORTE: il nuovo disco di JOVINE

PARLA PIU FORTE: il nuovo disco di …

Si intitola “Parla ...

Viaggio low cost a Torino: due giorni di arte musei e palazzi

Viaggio low cost a Torino: due gior…

Tra le regine della cultu...

La Luna sul Colosseo: le visite notturne al simbolo della Capitale

La Luna sul Colosseo: le visite not…

Imprescindibile tappa di ...

Spesa di stagione a maggio fragole, asparagi e cicorie per depurarare e riminalizzare

Spesa di stagione a maggio fragole,…

La lista per la spesa d...

Anticonformisti, energici e graffianti : intervista agli OLTREVENERE

Anticonformisti, energici e graffia…

Abbiamo contattato gli OL...

Andamento dei mutui per la casa nel primo trimestre 2015

Andamento dei mutui per la casa nel…

Il mercato immobiliare it...

Acquista on line al miglior prezzo di sempre con Piucodicisconto.com

Acquista on line al miglior prezzo …

Acquistare sul web &egrav...

Prev Next

Telemarketing e telefonate indesiderate: iscriviti al registro delle opposizioni

registro opposizioneDa giorni in televisione passa lo spot per promuovere il registro delle opposizione. In pratica, se non vuoi più ricevere telefonate indesiderate con offerte commerciali, basta iscriversi a questo registro.
La pubblicità non è il massimo della chiarezza, E l'attore che conclude dicendo: se ti iscrivi sarai un pò meno informato, lascia al quanto a desiderare.
Ricordiamo che è un nostro diritto non ricevere telefonate commerciali. E c'è un modo per vedere rispettato questo nostro diritto: l'iscrizione attraverso il sito web al www.registrodelleopposizioni.it, gestito dalla Fondazione Ugo Bordoni, per conto del dipartimento comunicazione del Ministero dello Sviluppo Economico.


Nel momento in cui registriamo il nostro numero telefono, dichiarando che non accettiamo telefonate cmmerciali e / o di marketing, i venditori non potranno più contattarci. Ed è proprio il Garante della privacy ha garantire la nostra riservatezza!

Ecco come far per iscriversi al registro delle opposizioni:
  1. - compilando l’apposito web form disponibile su questo sito;
- compilando il modulo elettronico disponibile su questo sito da inviare tramite email all’indirizzo di posta elettronica Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.;
- inviando una raccomandata con i dati personali e anagrafici, indirizzata a:
“GESTORE DEL REGISTRO PUBBLICO DELLE OPPOSIZIONI – ABBONATI”,
UFFICIO ROMA NOMENTANO,
CASELLA POSTALE 7211,
00162 ROMA RM;

-inviando un fax contenente i dati personali e anagrafici al numero 06.54224822.

I dati personali e anagrafici da inviare insieme alla richiesta d’iscrizione variano a seconda della modalità scelta dall’abbonato per la registrazione:

  • Modalità web – compilazione dell’apposito modulo elettronico con nome e cognome, data e luogo di nascita, codice fiscale, indirizzo di posta elettronica, numerazione che si vuole iscrivere;
  • Modalità telefonica – chiamata al numero verde 800.265.265 dalla numerazione telefonica per la quale si richiede l’iscrizione e comunicazione di nome e cognome, data e luogo di nascita, codice fiscale, email (facoltativa).
  • Modalità raccomandata – invio di copia di un documento di riconoscimento, codice fiscale, utenza da iscrivere specificando l’operazione richiesta “iscrizione”, email (facoltativa).
  • Modalità fax – invio al numero 06.54224822 di copia di un documento di riconoscimento, codice fiscale, utenza da iscrivere specificando l’operazione richiesta “iscrizione”, email (facoltativa);
  • Modalità email – invio dell’apposito modulo compilato (scaricabile da questo sito) oppure invio di nome e cognome, data e luogo di nascita, codice fiscale, indirizzo di posta elettronica, numerazione che si vuole iscrivere.

Emergenza Giappone: donazioni online con Save the children

emergenza giapponeIn Giappone, dopo la tremenda catastrofe che ha sconvolto la popolazione, cominciano a scarseggiare i beni di prima necessità. Occorrono aiuti e le organizzazioni umanitarie sono già pronte a portare soccorso e sostegno morale.
In questi giorni noi di vivalowcost.com, non possiamo fare altro che dare il nostro piccolo spazio di visibilità a queste realtà che lavorano nelle emergenze.


Se volete donare anche pochi euro, SAVE THE CHILDREN, l'organizzazione che tutela i diritti dei bambini nel mondo, raccoglie fondi online. Basta andare sulla pagina delle donazioni e cliccare in MODALITA' di sostegno (Donazione singola) emergenza GIAPPONE.
C'è anche l'opzione Donazione continuativa per chi decide di dare un supporto nel lungo periodo. 

Tutti i soldi raccolti andranno al Fondo Emergenze per i Bambini. 

https://www.savethechildren.it/IT/Tool/ECommerce/?dem=stc&canale=5&causale=4132

Organizzazione Eventi e multiculturalità: corso di specializzazione finanziato

corsi finanziatiUn corso di specializzazione per la progettazione di eventi con una forte impronta multiculturale. E' questo l'obiettivo del corso di studi: "Project management e interculturalità" della regione Emilia - Romagna,  cofinanziato dal fondo sociale europeo e dal Ministero del lavoro 
Obiettivo del corso è fornire strumenti e conoscenze, ad operatori che già operano in ambito culturale, sulla progettazione e gestione di eventi e attività che vedono la presenza di componenti interculturali. Il progetto affronta i cambiamenti e l’evoluzione che investono la vita culturale, in relazione alle fondamentali trasformazioni che in questi anni attraversano la società. 

 


Bando di partecipazione 

Domanda di iscrizione 

Scadenza Bando: 30 Marzo 2011 

Il web e i social network non possono (e a mio avviso non vogliono) non essere multiculturali. Anzi, la rete è il luogo ideale per diffondere e far conoscere la diversità e la ricchezza delle culture altre. Nasce così il corso di specializzazione: cultura, web e social network, organizzato dalla regione Emilia Romagana, cofinanziato dal Fondo sociale europeo e dal Ministero del Lavoro. Il corso prepara tecnici della comunicazione in grado di progettare, sviluppare, gestire e coordinare attività di comunicazione incentrate sull’utilizzo del web e dei social network, nell'ambito della cultura e dello spettacolo. 

Bando di partecipazione 

Domanda di iscrizione 

Scadenza Bando: 14 Aprile 2011

Cultura digitale in Italia: promuoviamo agendadigitale!

agenda digitaleIn Italia non c'è un agenda per lo sviluppo della cultura digitale. Lunedì 21 marzo dalle 14:30 alle 18:30 presso l'Aula Magna IULM a Milano torna nelle aule dello IULM di Milano l'appuntamento promosso da agendadigitale.org.

Agendadigitale.org è un appello rivolto lo scorso 31 gennaio da 100 nomi della rete e del digitale, tutti non politici, con una pagina autofinanziata sul Corriere della Sera. L’appello, a cui hanno già aderito oltre 21.000 utenti sul sito www.agendadigitale.org (11.000 su Facebook), chiede alla politica di colmare una grave lacuna nel sistema paese, ossia l’assenza di una strategia organica per il digitale.

Più precisamente, l’appello chiede alla politica di mettere questo tema al centro del dibattito politico e si rivolge a tutte le forze politiche, nessuna esclusa, perché si facciano delle proposte concrete entro i primi 100 giorni dalla data dell’appello. Ad oggi, oltre ad una forte risposta di cittadini in rete e l’interesse suscitato preso i media nazionali, l’appello ha stimolato anche i primi passi del dibattito politico con proposte e dichiarazioni di impegno da parte di politici di ogni schieramento, maggioranza e opposizione, oltreché di esponenti del governo. Il tema generale dell’agenda digitale, è così nuovo per il dibattito nazionale che molti, anche tra gli esperti, non hanno una cognizione piena degli ambiti così profondi dell’economia e della società interessati. Il riferimento, da questo punto di vista, è definito dall’agenda digitale europea (vedi Agenda Digitale della Commissione) e dalle 8 aree di intervento e le 100 azioni previste per il periodo 2010-2020; quelle pertinenti all’Italia sono presentate in questo articolo divulgativo.

Facciamo agenda di agenda digitale:
Questo è il secondo incontro promosso da agendadigitale.org, dopo il successo di un primo evento svoltosi il 9 febbraio scorso in cui si sono confrontati per la prima volta esponenti di spicco tra i firmatari e politici del più ampio spettro parlamentare. L’incontro si articolerà in due momenti principali:

1.un esperto della Commissione Europea  approfondirà le aree tematiche oggetto dell’Agenda Digitale  e, successivamente,

2.gli interessati  potranno organizzarsi in gruppi di lavoro (secondo le aree tematiche stesse), scegliendo un referente per il coordinamento del gruppo.

Tutti i gruppi potranno redarre le loro proposte e presentarle a Roma in concomitanza con il convegno del Forum PA che si terrà dal 9 al 12 maggio.Tutte le proposte così redatte verranno pubblicate sul sito web di agendadigitale.org e raccolte in un libro bianco che verrà consegnato alle istituzioni, agli esponenti politici ed ai giornalisti interessati.

Per informazioni: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Tirocini retribuiti a Roma con il progetto Pica

tirocini gratuitiIn occasione dell'anno europeo delle attività di volontariato, Roma Capitale e il Ministro della Gioventù hanno ideato il progetto PiCA rivolto a giovani di età compresa tra i 18 e i 28 anni (non compiuti) i quali avranno la possibilità di svolgere dei tirocini retribuiti della durata di 6 mesi presso dipartimenti e strutture partner di Roma Capitale. 

I posti a disposizione sono 189 suddivisi in 36 percorsi di cittadinanza attiva nelle seguenti aree:

-assistenza e solidarietà

-ambiente

-patrimonio artistico e culturale

-educazione e promozione culturale

-sviluppo e tutela del territorio

-cooperazione e sviluppo locale

-informatica

-protezione civile

-sicurezza

Per partecipare alle selezioni basta inviare la propria candidatura entro il 6 aprile 2011; è possibile candidarsi per un solo percorso ma se non dovesse esser raggiunto il limite massimo di partecipanti in un altro progetto il bando prevede la possibilità di essere nuovamente inseriti nella graduatoria.

Per ulteriori informazioni visita il sito www.pica.comune.roma.it