[GUARDA GRATIS] Anna bello sguardo: la Bologna di Lucio Dalla in un cortometraggio

anna-bello-sguardo-e1362222559739"Anna bello sguardo" non è semplicemente un cortometraggio, è un omaggio intenso, sentito e commovente a Lucio Dalla (artista bolognese scomparso nel 2012) mediante la storia di un bambino. Il regista Vito Palmieri riesce a trasmettere attraverso gli occhi di Alessio (un tredicenne appassionato di basket) la gioia della scoperta e restituisce un genuino punto di vista sulla figura del cantante che abitava in via D'Azeglio. Un giorno, dopo aver visto la foto di Lucio Dalla appunto, morto da appena un mese, ritratto insieme ad Augusto Binelli il pivot della Virtus Bologna, notata l'evidente differenza di statura dei due uomini, Alessio inizierà a capire che l'altezza non è così importante per realizzarsi nella vita, inoltre, riuscirà a conquistare la simpatia di Anna, la compagna di scuola preferita.
Ne viene fuori, di riflesso, un ritratto appassionante e corale di una Bologna che non dimentica chi l'ha cantata e l'ha fatta conoscere.
"Anna bello sguardo" vi piacerà e vi farà venir voglia di rivederlo...

 

 

GUARDA "ANNA BELLO SGUARDO" QUI

 

* grazie ad Elisabetta per la segnalazione

  • Visite: 2218

CIAO CUORE, il quarto album di Riccardo Sinigallia

Riccardo Sinigallia Ciao Cuore cover albumCiao cuore” è un disco di canzoni senza tempo, con arrangiamenti minimali di una delicata intensità e sonorità sospese tra l’acustico delle corde e il calore dei testi. La voce pulita del cantautore sussurra e accarezza, emozionando con parole che attraversano lo spazio dei sentimenti.

Riccardo Sinigallia è un artista capace di sperimentare pur rimanendo fedele a se stesso e alla propria identità musicale. Le sue cifre stilistiche non hanno mai inseguito la contemporaneità del mainstreaming a tutti i costi proprio perché sanno di essere autentiche e di arrivare parallelamente a pubblico e critica, come nel caso di “A cuor leggero”, candidata al David di Donatello nel 2016.

Ritagliandosi un ruolo di riferimento sulla scena musicale romana nella duplice veste di cantautore e produttore (tra gli altri di Coez in “Non erano fiori” e Motta “La fine dei vent’anni”), con “Ciao cuore” Sinigallia riesce a passare con disinvoltura dalla dichiarazione d’amore di “Niente mi fa come mi fai tu” all’ironia de “Le donne di destra” con la credibilità che solo i grandi talenti possono permettersi.

  • Visite: 75

MARCO NEGRI e il nuovo disco IL MONDO SECONDO MARCO

marconegriÈ uscito lo scorso 25 settembre il disco "IL MONDO SECONDO MARCO" che segna l'esordio discografico dell'artista mantovano MARCO NEGRI. Tra le nove tracce del disco si può ascoltare l'anima del cantante classe 1979 che vuole abbraccia diversi territori musicali (dal folk al pop e tutto quello che c'è in mezzo).

La passione per la musica emerge dalle canzoni di Marco Negri che si rivela un acuto osservatore della realtà che ci circonda, smarcandosi da un fastidioso conformismo artistico. L'approccio vitale e potente si ha già in "Non è qiesto il male" che parla del gap comunicativo tra padre e figlio; c'è poi il rock di "Prendi il sole" che riflette l'amarezza e la delusione di "Da questo mare". La rabbia emerge nell'aggressività di "DOROTY" che ha la coda lunga fino ad arrivare alla bellissima "Superstar".

Marco Negri ha assemblato un percorso musicale, sonoro ed artistico di prim'ordine. Quando le fondamenta sono buone e solide, la casa non può che essere stabile...

TRACCE
1.NON È QUESTO IL MALE
2.PRENDI IL SOLE
3.L’ULTIMO SOLE #2
4.DA QUESTO MARE
5.QUELLA VOLTA CHE
6.COSE CHE HO TRADITO
7.DOROTY
8.SUPERSTAR
9.TE L’HO DETTO

  • Visite: 57

CANE SCIOLTO, la romanzografia di Omar Pedrini

canescioltoSi intitola "Cane sciolto" ed è uno straordinario viaggio dentro l'universo di Omar Pedrini, artista dallo spessore culturale, umano e comunicativo fuori dal normale. Quello che emerge dalla lettura di questo libro è un caleidoscopio emozionale ricchissimo: Federico Scarioni racconta il suo viaggio tra mille peripezie per scrivere questo libro (Chinaski Edizioni) su una delle ultime icone del rock in Italia. Innanzitutto bisogna sottolineare la forma di questo libro: non è una biografia sterile su Omar Pedrini e non è un romanzo che racconta storie verosimili. "Cane sciolto" è un'esplosione di colori su carta, un collage di polaroid della vita artistica di una rockstar e delle sue tante vite, una carrellata di voci delle persone che fanno parte della sua vita, uno squarcio lucido sulle tante città italiane che hanno accolto Omar e, in modo diverso, ne hanno influenzato l'arte.

La bellezza ed il fascino di "Cane sciolto" risiede nella sua volontà di non snocciolare date, eventi, aneddoti, persone in maniera sterile; Federico Scarioni ha fatto un lavoro certosino e restituisce una genuinità nelle narrazione che risulta fluida e molto godibile. Molto apprezzabile è il tatto con cui vengono affrontate le questioni riguardanti il rapporto di Omar con i Timoria; emergono sfaccettature e retroscena molto interessanti sulle lavorazioni dei dischi della band bresciana, sui tour, sulle promozioni e su un mondo che finora non era stato raccontato in maniera così preziosamente organica.

Se un libro sa far sorridere e sa far commuovere, allo stesso tempo, vuol dire che suscita emozioni profonde e riesce a coinvolgere il lettore. "Cane sciolto" ha il pregio di essere un racconto puro e sincero, come il soggetto di questa storia incredibile che si lascia scrutare, osservare e descrivere a modo suo: fuori dalle mode e cercando sempre l'anima vera delle cose.

  • Visite: 472

CANZONI PER ESSERI UMANI: il quarto disco degli Esterina

esterinaGiunti al loro quarto album in studio, i toscani Esterina calano un poker musicale grazie ad un progetto discografico di spessore che si avvale di collaborazioni di altissimo livello. Già a partire dal mix del primo singolo “Santo amore degli abissi”, il tocco d Gareth Jones, (produttore tra gli altri di Depeche Mode, Interpol e Mogwai) crea una trama sonora dal respiro internazionale. Tra l’indie post-rock e la canzone italiana, la band non ha timore di sperimentare, dando spazio a riff elettronici e bilanciando la leggerezza delle ballads all’acidità di suoni più spigolosi.

L’ascolto della tracklist calamita l’attenzione e sorprende ad ogni brano, come in “Sì che lo merita”, pezzo che si avvale del featuring di Edda. “Canzoni per Esseri Umani” è una dedica sincera e appassionata per chi sarà in grado di coglierla, perché una “Meraviglia normale” esiste: “dipende solo da te, dal tuo sguardo migliore, trovare il bene che c’è al di là dell’orrore”, musicale e non.

  • Visite: 97