Una nuova Sardegna: osservare l'Isola con occhi diversi

Non solo meta balneare, la Sardegna è ricca di storia, di miti e di leggende. Scopriamo oggi quelli dedicati all’acqua

il-carnevale-in-sardegna.jpg

La Sardegna è una meta molto ambita e famosa soprattutto per le vacanze estive : il turismo che popola l’isola nei mesi più caldi dell’anno non è composto solo da italiani ma da persone provenienti da tutto il mondo. Le spiagge caraibiche e i paesaggi mozzafiato, i borghi tipici e le tradizioni ancora radicate nella vita quotidiana, rendono quest’isola davvero unica.

Inoltre raggiungerla è davvero semplice, grazie alla prenotazione di traghetti per la Sardegna su portali come a prezzi davvero competitivi e con partenze frequenti da più punti della penisola. Il boom di visite è sicuramente in estate ma noi di Vivalowcost crediamo che la terra sarda abbia moltissimo da offrire anche fuori stagione, soprattutto dal punto di vista culturale.

I tesori della Sardegna non si limitano infatti all’aspetto balneare. La Regione ha molto da offrire anche in termini storici, con le sue tradizioni antiche, i miti e le leggende propagatisi nel tempo e diventati un vero e proprio patrimonio delle popolazioni locali. Un esempio? Il culto dell’acqua. L’acqua è considerata dai sardi un bene estremamente prezioso ed è questo il motivo per cui ci sono molti culti ad essa legati: come quello delle Piogge, derivante dalla cultura contadina e agricola; e quello delle Fonti, derivante dalla cultura pastorale

IL CULTO DELLE PIOGGE: IL DEMONE MAIMONE

Secondo la mitologia sarda, il demone Maimone è uno spirito portatore di pioggia che gli isolani invocavano nei periodi di lunga siccità. Come tutti gli dèi, era amato e odiato allo stesso tempo, tanto che per timore che reagisse in maniera negativa ai comportamenti umani, gli venivano dedicati sacrifici di sangue, anche umano. Sono molti infatti i versi dedicati proprio a queste cerimonie, scritti in poesia o canti dai poeti locali. Ancora oggi è possibile trovare, nella zona dell’ Ogliastra, persone che credono nel demone Maimone e che invocano il suo aiuto quando le coltivazioni e gli allevamenti hanno bisogno di piogge.

«Maimone Maimone

Abba cheret su laore

Abba cheret su siccau

Maimone laudau»

 

«Maimone , Maimone

chiede acqua il cereale

chiede acqua il seccato

maimone laudato»

 

IL CULTO DELLE FONTI: IL VALORE CURATIVO DELL’ACQUA

In Sardegna, all’acqua viene riconosciuto anche un valore terapeutico, curativo e rigeneratore. Proprio per questo motivo, nella tradizione isolana le acque sono fonti capaci di curare problematiche fisiche, come dolori alle ossa o difficoltà visive.